Cronaca

Senigallia: stroncata filiera della contraffazione, arrestato "il Principe"

La GdF di Senigallia con un'operazione condotta in tutta Italia ha smantellato un'intera filiera dedita alla contraffazione che comprendeva produttori, intermediari, magazzinieri e autotrasportatori di fiducia

Le Guardia di Finanza di Senigallia con un’operazione condotta in tutta Italia ha smantellato un’intera filiera dedita alla commercializzazione di prodotti con marchi contraffatti che comprendeva produttori, intermediari, magazzinieri e  autotrasportatori di fiducia.
Nuovo l’articolo posto in distribuzione. Si tratta di contenitori metallici che recavano stampigliati noti marchi da Louis Vuitton a Chanel, da Dolce & Gabbana a Hermes,  tutti contraffatti: nelle scatole tuttavia non si trovavano capi firmati, ma chewing gum e caramelle.
I prodotti, la cui fabbricazione è stata avviata nel 2010, venivano distribuiti anche attraverso internet, in tutta Italia e all’estero con un rilevante giro commerciale.

Porta Chewing Gum-2L’operazione è stata sviluppata sulla base di elementi investigativi raccolti ed approfonditi dalle Fiamme Gialle marchigiane nell’ottobre del 2011 ed è stata coordinata prima dalla Procura della Repubblica di Ancona e, successivamente, dalla Magistratura di Bassano del Grappa, poiché  i traffici partivano proprio dal Veneto.
A conclusione  delle indagini è stato posto agli  arresti domiciliari, su ordine del GIP di Bassano del Grappa, il capo dell’organizzazione, un pregiudicato vicentino soprannominato il “Principe” per il suo elevato tenore di vita. Altri 4 membri dell’organizzazione sono stati denunciati.  238.000  le scatole metalliche contraffatte  sequestrate, assieme ad oltre 9 tonnellate di chewing gum già confezionato.

Disposto, quindi, dall’A.G. il sequestro finalizzato alla confisca per equivalente fino alla concorrenza di circa 600.000 euro per gli illeciti guadagni realizzati che ha, al momento, interessato 3 conti correnti, 2 libretti al portatore ed assegni bancari per oltre 60.000  euro nonché un intero capannone di circa 650 mq, mai dichiarato alla Camera di Commercio
 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Senigallia: stroncata filiera della contraffazione, arrestato "il Principe"

AnconaToday è in caricamento