Operaio morto al cantiere Isa, ci sono i primi indagati: omicidio colposo plurimo

In fase istruttoria, il pm conferirà l’incarico di effettuare una perizia ad un tecnico per rispondere in modo chiaro ad una domanda: perché quel ponteggio ha ceduto?

I minuti successivi all'incidente

Ci sono almeno 7 indagati tra società e persone fisiche per il crollo dell’impalcatura ai cantieri Isa di Ancona dove rimasero feriti 4 operai tra cui Alam Magbaul, il 41enne bengalese morto poi lo scorso 13 novembre dopo oltre venti giorni di agonia in ospedale. Un'altra morte sul lavoro che per la Procura di Ancona si poteva evitare, altrimenti il pm Irene Bilotta non avrebbe mai aperto un fascicolo contestando il reato di omicidio colposo plurimo. Omicidio colposo perché, appunto, l’ipotesi è che non si sia fatto nulla per evitare una tragedia. Plurimo perché tra le vittime non c’è solo il bengalese che sognava di portare in Italia sua figlia, ma ci sono altri 3 operai che hanno riportato varie lesioni. 

Sotto accusa ci sono almeno 7 nomi tra cui la ditta incaricata della verniciatura della nave e quella che si è occupata della installazione di quell’impalcatura, la stessa che poi è ceduta sotto il peso dei lavoratori impegnati nella verniciatura di uno yatch. Di quella struttura di metallo gli ispettori del lavoro dell’ASUR hanno sequestrato solo una parte, mentre non è eslcuso che nei prossimi giorni possano aumentare il numero degli iscritti nel registro degli indagati. L’ipotesi più accreditata è che sulla passerella di quella struttura ci sarebbero state troppe persone. Qualcuno non avrebbe vigilato dunque, lasciando gli operai senza un coordinamento che agisse nel rispetto delle regole in materia di sicurezza sul lavoro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ipotesi a cui la Procura dorica vuole andare a fondo. Per questo domani in fase istruttoria, il pm Bilotta conferirà l’incarico ad un tecnico per effettuare una perizia, con la speranza che aiuti a ridpondere in modo chiaro ad una domanda: perché quel ponteggio ha ceduto?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Tragico investimento, travolta e uccisa da un'auto sotto gli occhi della nipotina

  • Concorso pilotato per favorire la fidanzata di un medico, primario nei guai

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento