Cronaca Quartiere Adriatico / Corso Giovanni Amendola

Corso Amendola, spacciava cocaina: operaio arrestato durante la notte bianca

Operativi anche gli agenti delle Squadre volanti che, alle ore 23.00 di ieri sera, hanno dovuto contenere un 22enne che, ubriaco e soccorso dal 118, ha sfidato a pugni i poliziotti che lo hanno contenuto e denunciato

Spacciava cocaina accogliendo i propri clienti dentro la sua casa in zona corso Amendola. Un andirivieni, quello dei suoi clienti, notato da tempo dalla Polizia, fino anche ieri sera, mentre la via del centro storico era affollata per la notte bianca di corso Amendola. Proprio quando ormai il centro era in piena festa, hanno agito gli agenti della sezione narcotici della Squadra Mobile di Ancona effettuando un blitz a casa del presunto pusher: si tratta di un operaio anconetano di 30 anni, incensurato. In casa i poliziotti hanno trovato 1 etto di polvere bianca e materiale vario per il confezionamento delle dosi di droga. Già questa mattina il giudice ha convalidato l’arresto del giovane con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. 

Operativi anche gli agenti delle Squadre volanti che, alle ore 23.00 di ieri sera, hanno notato un’ambulanza ferma lungo corso Stamira e gli operatori sanitari del 118 che tentavano di prestare soccorso ad un cittadino extracomunitario steso a terra. Gli agenti sono intervenuti per cercare di svegliare l’uomo che giaceva inerme sull’asfalto. Ad un tratto il ragazzo, un nigeriano di 22 anni, con un scatto fulmineo si è parato davanti all’agente parlando in inglese e chiedendo con veemenza che cosa volessero da lui, mentre si posizionava come un pugile provetto con le mani serrate nei pugni in segno di sfida. Intuito il suo stato di ebbrezza lo hanno riportato alla calma bloccandolo, mentre il nigeriano cercava di divincolarsi. Alla fine l’ubriaco, con numerosi precedenti per i reati di rapina, estorsione e lesioni personali, è stato denunciato per oltraggio e minaccia a Pubblico Ufficiale. Inoltre questa mattina, verso le ore 08.30, i poliziotti hanno ritrovano un’auto rubata circa 68 giorni fa in provincia di Macerata. La scoperta è arrivata dopo aver notato un’utilitaria parcheggiata in piazza Rosselli con i finestrini abbassati e con una portiera accostata. Grazie all’utilizzo dei tablet e dai riscontri immediati alla banca dati delle Forze di Polizia, i poliziotti hanno scoperto che l’auto era stata rubata dal 2 luglio vicino un casello autostradale, parcheggiata dal suo proprietario che come ogni giorno si recava a lavorare con un pullman di linea.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corso Amendola, spacciava cocaina: operaio arrestato durante la notte bianca

AnconaToday è in caricamento