Trovato con 3 chili di hashish "biologico": arrestato giovane operaio

Il pusher era in possesso di hashish burbuka. Un tipo di fumo che si produce quasi esclusivamente nel Nord Africa, molto pregiato perché non lavorato chimicamente e con un’alta concentrazione di principio attivo, una sorta di hashish biologico

Gli ovuli di hashish burbuka

Era pronto a spacciare 3 Kg di hashish burbuka. Per questo la Polizia della sezione narcotici ha arrestato in via Colleverde D. B., operaio 23enne di Ancona. Gli agenti della Squadra Mobile di Ancona, guidata dal capo Virgilio Russo e dal vice Calo Pinto, hanno scoperto come il giovane anconetano si occupasse di acquisto e vendita al dettaglio dello stupefacente. Non droga comune perché il burbuka è un tipo di hashish che si produce quasi esclusivamente nel Nord Africa. Pregiato perché quasi per nulla lavorato chimicamente e con un’alta concentrazione di principio attivo. Una sorta di hashish biologico di rara fattezza e che sul mercato nero viaggia intorno ai 200 euro ogni 10 grammi. Dunque destinato a pochi abbienti? Non necessariamente. Ci sarebbero stati molti giovani pronti a mettersi insieme con una colletta pur di accaparrarsi anche una sola dose di quell’hashish. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fatto sta che il presunto spacciatore è stato fermato ieri mattina dalla Polizia, che però inizialmente non ha trovato nulla né addosso al sospetto né in casa sua. Ma i poliziotti non si sono fermati, soprattutto quando gli hanno trovato addosso le chiavi di uno scooter. Non era il suo, ma di un amico e il fatto che quelle chiavi le avesse lui non ha convinto i poliziotti in borghese che si sono fatti portare nel quartiere Grazie, in via Colleverde. Lì era parcheggiato il due ruote. Dentro il vano sella e il portacaschi c’erano 218 ovuli di hashish, appena ottenuti da un corriere, un uovo struzzo che aveva trasportato lo stupefacente nell’intestino. Un quantitativo di fumo che, alla fine, avrebbe fatto guadagnare a D. B. circa 50mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Incendio nella notte, paura in un palazzo del centro: 4 persone in ospedale

  • Reparti Covid sold out a Torrette, scatta il blocco delle ferie per infermieri e Oss

  • Party abusivo al porto, in consolle c'era pure il Dj: ora sono guai per il titolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento