Porto: operai in nero su una gru a 40 metri di altezza

Operai in nero stavano riparando al porto di Ancona una gru a 40 metri di altezza. Nel corso del servizio sono state sottoposte a controllo complessivamente 17 aziende e verificate 65 posizioni lavorative

Operai in nero stavano riparando al porto di Ancona una gru a 40 metri di altezza. La ditta, con sede legale nella provincia di Napoli, si è vista sospendere l’attività imprenditoriale poiché operava con una percentuale di lavoratori in nero pari al 75%. Per riprendere il lavoro l’azienda ha dovuto pagare immediatamente una sanzione di 1500 euro e mettere in regola la forza lavoro.

Questa è stata solo una delle sanzioni amministrative comminate, che ammontano  a 15.000 euro, ma sono ancora in corso ulteriori approfondimenti. A eseguire i controlli è stata una vera e propria task-force, costituita da ispettori del lavoro della Direzione Provinciale e Regionale del Lavoro di Ancona e da militari del Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Ancona, coadiuvati dai colleghi del Nucleo Operativo Carabinieri Tutela del Lavoro di Roma  e della Compagnia Carabinieri di Ancona.
Nel corso del servizio sono state sottoposte a controllo complessivamente 17 aziende e verificate 65 posizioni lavorative.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

Torna su
AnconaToday è in caricamento