Delitto di Numana, svolta nelle indagini: sospetto interrogato in caserma

L'uomo, che sarebbe sulla quarantina, forse anche più giovane, nella serata di ieri non era ancora ufficialmente in stato di fermo

Un cittadino italiano è stato interrogato fino a tarda sera nella Caserma dei Carabinieri di Ancona come sospettato per l'omicidio della squillo romena Adriana Mihaela Simion, 26 anni, trovata morta, il corpo trafitto da una trentina di coltellate, la notte tra il 7 e l'8 aprile scorso nella casa che la giovane aveva preso in affitto a Marcelli di Numana. A condurre gli interrogatori il pm Irene Bilotta, il comandante del Reparto operativo Luciano Ricciardi e il capitano di Osimo Raffaele Conforti.

L'uomo, che sarebbe sulla quarantina, forse anche più giovane, secondo quanto si apprende originario di Loreto, nella serata di ieri non era ancora ufficialmente in stato di fermo.

Fonte: ANSA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento