Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

Omicidio di Pollenza, le prove contro il sospetto e le ipotesi sulla morte

Il corpo della 18enne è stato trovato smembrato in due valigie nelle campagne del Maceratese. Arrestato un 29enne nigeriano con precedenti: contro di lui ci sono vari indizi di colpevolezza. I dettagli

Le indagini sull'omicidio di Pamela Mastrantonio potrebbero essere ad un punto di svolta. Ci sarebbero infatti diverse prove a carico di Innocent Oseghale, il nigeriano 29enne accusato della morte della 18enne romana il cui corpo è stato ritrovato smembrato in due valigie nel Maceratese. 

La prima. I vestiti sporchi di sangue di Pamela trovati insieme ad altre tracce ematiche nell’appartamento dell’uomo in via Spalato, a Macerata. La seconda e forse la più schiacciante: la testimonianza resa da un cittadino straniero che, secondo quanto scrive l’Ansa, ha detto agli inquirenti di aver visto il nigeriano nei pressi del luogo dove sono state rinvenute le valigie con i resti di Pamela, nella frazione di Casetta Verdini. Non solo: secondo il testimone Oseghale portava con sé due trolley che si sospetta essere quelli in cui è stata trovata la ragazza. 

Le indagini comunque non sono finite e gli inquirenti non escludono "che possano emergere spunti di indagine sull'eventuale coinvolgimento di altre persone". 

Pamela Mastropietro, le ipotesi sulla morte

Ancora da ricostruire invece la dinamica della tragedia. In casa di Oseghale, oltre ai vestiti e ad alcune tracce ematiche, sarebbe stato trovato anche lo scontrino di una farmacia dove la giovane aveva comprato una siringa. Una delle ipotesi è che Pamela sia morte per overdose, e poi smembrata dal nigeriano che, in preda al panico, ha provato ad occultare il cadavere. Ma non è neppure escluso che Pamela sia stata uccisa volontariamente. Nessuno però avrebbe sentito dei rumori sospetti provenire dall’abitazione. 

Le indagini sulla scomparsa di Pamela Mastropietro

Di Pamela Mastropietro, 18 anni, romana, non si avevano notizie dal pomeriggio del 29 gennaio quando è sparita nel nulla dopo aver abbandonato volontariamente la comunità di recupero 'Pars' di Corridonia (Macerata). Ieri il tragico ritrovamento nelle campagne del Maceratese. 

Le valigie, abbandonate in un fosso nella frazione di Casette Verdini, sono state notate da un passante, non lontano dal cancello di una villetta in via dell'Industria. Pensando che si trattasse di droga o di refurtiva, ha chiamato i carabinieri che poi hanno fatto la macabra scoperta.

Il fermo di Innocent Oseghale

Indagini lampo quelle dei carabinieri che hanno condotto al fermo di Innocent Oseghale, trovato in possesso di permesso di soggiorno scaduto e con precedenti di polizia per stupefacenti. Il 29enne è stato arrestato poco dopo l’identificazione del corpo. Sarebbe stato individuato grazie alle immagini del sistema di sicurezza nei pressi di una farmacia a Macerata, nelle quali appare mentre sta seguendo proprio Pamela Mastropietro.

L'ARTICOLO DI TODAY.IT

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Pollenza, le prove contro il sospetto e le ipotesi sulla morte

AnconaToday è in caricamento