rotate-mobile
Cronaca

Omicidio di Michele Martedì, la procura ha chiesto 24 anni per Mattia Rossetti

Uccise a coltellate l'ex compagno di scuola. L'ultima perizia lo ha descritto al momento dei fatti come «incapace di intendere»

ANCONA - Il pubblico ministero Irene Adelaidde Bilotta, al termine della requisitoria che si è tenuta questa mattina in tribunale ha chiesto 24 anni di reclusione per Mattia Rossetti il 26enne che l’8 dicembre del 2020 accoltellò  l’ex compagno di scuola Michele Martedì mentre si trovava sotto casa in via Maggini con il cane. 

La richiesta prevede anche dieci anni all’interno di una struttura psichiatrica per autori di reati. Sulla sentenza del 17 giugno potrebbe pesare la perizia psichiatrica super partes redatta dallo psichiatra bolognese Renato Ariatti e dallo psicologo padovano Marco Samory secondo cui Rossetti nel momento in cui colpì la vittima con dodici coltellate era totalmente incapace di intendere perché affetto da disturbo delirante paranoide. Conclusione analoga per il consulente della difesa mentre per la perizia dell’accusa il vizio di mente sarebbe solo parziale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Michele Martedì, la procura ha chiesto 24 anni per Mattia Rossetti

AnconaToday è in caricamento