Michel Santarelli piantonato in Psichiatria, il killer della porta accanto rischia l'ergastolo

Si è svolta lunedì mattina la convalida dell'arresto di Michel Santarelli, il presunto killer di Fiorella Scarponi, la 69enne di Jesi brutalmente uccisa venerdì mattina all'interno del suo appartamento di via Saveri

Michel Santarelli (foto Facebook)

JESI - Si è svolta ieri mattina nel reparto di Psichiatria dell'ospedale Carlo Urbani la convalida dell'arresto di Michel Santarelli, il 25enne jesino presunto autore dell'omicidio di Fiorella Scarponi. Il giovane, che soffre di disturbi comportamentali, ha cercato di rispondere alle domande del giudice ma in più di un'occasione si è interrotto, tornando a chiudersi in un silenzio che dura ormai da giorni. 

Il gip Sonia Piermartini ha convalidato l'arresto ed ha disposto la misura cautelare della detenzione all'interno del reparto di Psichiatria, in attesa di decidere in quale struttura collocare il presunto killer. Michel Santarelli dovrà rispondere di omicidio volontario e tentato omicidio con l'aggravante dei motivi futili e abietti: rischia fino all'ergastolo. Ad assisterlo gli avvocati Vittoria Sassi e Mauro Buontempi: «Posso solo esprimere tutto il dolore che la famiglia di Michel sta provando in queste ore - ha affermato l'avvocato Buontempi - la vicinanza alle vittime è sincera». Intanto è sempre in ospedale il marito 74enne di Fiorella, che per fortuna non si trova in pericolo di vita. Con lui le tre figlie che ancora non si danno pace per quanto accaduto ai loro genitori. Sono state proprio loro a comunicare la morte dell'amata mamma Fiorella a loro padre, convinto che la moglie fosse ancora viva e ricoverata in ospedale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella giornata di oggi dovrebbe invece arrivare il nullaosta per la sepoltura della donna, dopo che ieri si è svolto l'esame autoptico sul cadavere. Secondo le analisi del professor Adriano Tagliabracci, di Medicina Legale di Ancona, Fiorella è morta a seguito di un'emorragia causata da un'arteria recisa. Prima del fendente mortale la vittima è stata colpita più volte, come testimoniano i segni di contusione trovati sul corpo. I funerali verranno celebrati nella chiesa di San Giuseppe. 

Il profilo del killer, anni fa aggredì un uomo a sprangate

Il sindaco Bacci: «Sconcertati dalla spaventosa tragedia»

«Ci ha aggredito nel sonno, mi ha picchiato e poi mi ha colpito più volte con un vetro»

La testimonianza dei vicini di casa delle vittime 

Presunto omicida in caserma, il punto del comandante dei carabinieri Cristian Carrozza  | VIDEO

Un colpo a Fiorella e 4 fendenti al marito: il vicino di casa killer aveva già provato ad entrare

Le prime immagini della mattinata di sangue che ha sconvolto Jesi - VIDEO

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni regionali, il nuovo presidente della Regione è Francesco Acquaroli - LA DIRETTA

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • «Non faccio sesso da 2 anni», donna lo urla ed arrivano decine di persone

  • «Con quella mascherina nera non può votare»: avvocatessa respinta dal seggio

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento