menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
i carabinieri nella palazzina del delitto

i carabinieri nella palazzina del delitto

Lite familiare finisce nel sangue, uccisa una 73enne: il figlio in caserma

Ultim'ora da Senigallia, la vittima è una commerciante del posto che viveva in zona Cesanella. I carabinieri stanno interrogando il figlio 35enne

Una donna di 73 anni è stata uccisa poco fa a Senigallia, in zona Cesanella. La vittima si chiama Graziella Pasquinelli, commerciante con un negozio di scarpe in via Gherardi, a due passi da piazza Simoncelli. La donna è stata trovata già morta nella sua abitazione di via Brandani, strada cieca che si stacca da via Sanzio. L'omicidio sarebbe stato commesso dal figlio della donna che, per cause ancora tutte da accertare e stando a una primissima ricostruzione, si sarebbe scagliato contro la donna, colpita a morte alla testa.

Sul posto sono subito arrivati i carabinieri della Compagnia di Senigallia che hanno dato il via alle indagini per ricostruire quanto avvenuto. La centrale operativa del 118, allertata dagli stessi militari dell'Arma, ha inviato sul posto l'automedica di Senigallia ma quando i soccorritori sono arrivati sul posto per la donna non c'era ormai nulla da fare. Dal primo sopralluogo del medico legale Loredana Buscemi, arrivata insieme al pm Ruggiero Dicuonzo, la morte risale alle 9 del mattino. Quasi 12 ore dopo, attorno alle 20, l'arrivo dei carabinieri. Il corpo di Graziella è stato trovato in casa, steso a terra in posizione prona. In caserma è stato portato il figlio, Gianluca Barucca di 35 anni. La palazzina di via Brandani è rimasta presidiata dagli uomini del capitano Cleto Bucci, comandante della Compagnia di Senigallia. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento