Fabriano, giovane ucciso a sprangate: 3 condanne

Secondo le difese, i responsabili sarebbero stati solo in una delle due auto mentre gli occupanti dell'altra non avrebbero partecipato al pestaggio. A picchiare materialmente la vittima sarebbero stati gli accusati passati per rito alternativo

Condannati a 15 anni di carcere per l'omicidio di Dhaliwal Arvinder, 25 anni, indiano ucciso dal branco a sprangate la sera del 3 novembre 2013 davanti al Bar Nuovo di Fabriano. Dopo due condanne inflitte dal gup a 18 e 16 anni di carcere in abbreviato, la Corte d'assise di Ancona ha riconosciuto altre tre persone responsabili. Sono gli indiani S. P. di 26 anni, un suo omonimo di 29 anni e M R. I. bengalese di 27 anni. Secondo l'accusa, anche loro avrebbero concorso al blitz in cui Harvinder venne pestato e colpito a morte con un bastone che aveva sulla punta un paio di forbici. 

Secondo le difese, i responsabili sarebbero stati solo in una delle due auto mentre gli occupanti dell’altra non avrebbero partecipato al pestaggio. A picchiare materialmente la vittima sarebbero stati gli accusati passati per rito alternativo, mentre ieri uno degli imputati ha parlato ai giudici sostenendo di non aver fatto nulla e di essere intervenuto per evitare la rissa. Ma evidentemente queste parole non hanno convinto la giuria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento