Cronaca Castelfidardo

Omicidio di Castelfidardo: Diego Allori forse aveva già deciso di uccidersi

Il custode avrebbe già avuto in mente di suicidarsi, ma non di uccidere la moglie. Questa la tesi su cui sarebbero al lavoro gli inquirenti. Il pm Irene Bilotta ha disposto l'autopsia sul corpo della donna

Avrebbe già avuto in mente di uccidersi Diego Allori, il custode 62enne che sabato scorso ha prima ucciso sua moglie e poi si è tolto la vita. Ma quello che non aveva programmato era l'omicidio della moglie Stefania Malavolta, 45 anni. E' questa la tesi che in queste ore starebbe guidando gli inquirenti che sono all'opera per raccogliere tutte le prove possibili per accertare la dinamica dei fatti. E proprio per vederci più chiaro il pm Irene Bilotta ha disposto l'autopsia sul corpo della donna. Non su quello dell'uomo, per cui il suicidio sarebbe stato comprovato dalle immagini della videosorveglianza, che avrebbero ripreso tutto.

Dunque il custode  della ditta forse stava progettando di togliersi la vita, ma non di uccidere la moglie. A muovere la sua mano non un progetto omicida, ma un gesto non premeditato dettato da motivi di gelosia. Un ulteriore elemento che proverebbe questa tesi il fatto che l'uomo prima ha sferrato delle coltellate al viso della donna, che ha cercato riparo in bagno. Poi non è chiaro cosa sia successo, fatto sta che la donna è stata trovata senza vita nella vasca da bagno. Fondamentale sarà l'autopsia del medico legale che accerterà con massima sicurezza la causa della morte della donna, chiarendo anche alcuni momenti per la ricostruzione della scena del crimine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Castelfidardo: Diego Allori forse aveva già deciso di uccidersi
AnconaToday è in caricamento