Offagna, grande cornice di pubblico alla celebrazione della "Festa del Crocifisso"

Elevata soddisfazione da parte dei numerosi offagnesi nel partecipare alla Festa del Crocifisso svoltasi domenica scorsa, nella Piazza della Contesa del Comune di Offagna con la Santa Messa celebrata dal parroco don Sergio Marinelli.

Offagna – Elevata soddisfazione da parte dei numerosi offagnesi nel partecipare alla Festa del Crocifisso svoltasi la sera di domenica 26 luglio, a partire dalle ore 21.30, nella Piazza della Contesa del Comune di Offagna con la Santa Messa celebrata dal parroco don Sergio Marinelli.

“E’ stato un momento particolare per il nostro Borgo medievale nell’incrementare e sviluppare la collaborazione e l’amicizia tra gli offagnesi - ha commentato il parroco - la tradizione ci conserva e ci tramanda tale Festa: Cristo Crocifisso è nel suo trono, con il suo silenzio e con il suo amore vuole parlare al nostro cuore e all’intera comunità; è stata una celebrazione di una eucarestia, il sacramento istituito da Gesù durante l’ Ultima Cena, che ci fa riflettere molto sul mistero della croce”.

Tra gli altri, presente il sindaco di Offagna, Stefano Gatto: “E’ stata una Festa valida per volersi bene con la pace che sia vera in ognuno di noi, con la presenza soprattutto dei nostri giovani”. Il S.S. Crocifisso presente nella Santa Messa è stato portato dalla Chiesa di Santa Lucia (sempre del Borgo medioevale), una Chiesa nata dal 1372, dal 1653 vi si venerava un Crocifisso al quale i fedeli offrivano molti ex-voto per grazia ricevuta; in quel periodo, la devozione verso il Crocifisso non fu solo locale ma venivano molti pellegrini da fuori, anche da lontano, anche in questo periodo per gli offagnesi il Crocifisso è il punto di riferimento per la loro fede.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La malattia ha spento il sorriso di Carlo Termentini, lutto nell’imprenditoria

  • Assiste all'esordio del figlio con l'Ascoli e poi si ricovera, la tenera lettera in ricordo di Roberto

  • Schianto terribile a Posatora, tenta di evitare un gatto e si ribalta: è grave

  • Vedere il figlio nel calcio professionistico, il sogno di papà Roberto si realizza prima di arrendersi alla malattia

  • Esce dal reparto di ortopedia e finisce direttamente al Pronto Soccorso

  • Le Marche dicono no al 5G, approvata la mozione dei Verdi: «Rischi per l'uomo»

Torna su
AnconaToday è in caricamento