Confartigianato, gli odontotecnici marchigiani in assemblea ad Ancona

Un incontro molto importante per conoscere e approfondire le ultime novità che interessano il settore e per programmare una serie di iniziative territoriali

Promossa dalla Confartigianato Marche si è tenuta recentemente l’assemblea degli odontotecnici regionale con la presenza tra gli altri del Presidente nazionale di categoria Gennaro Mordenti, dei consiglieri nazionali e dell’assessore regionale nonché odontotecnico Moreno Pieroni. Un incontro molto importante per conoscere e approfondire le ultime novità che interessano il settore e per programmare una serie di iniziative territoriali, anche a carattere formativo e informativo, al fine di valorizzare sempre di più il ruolo dell’odontotecnico.

L’assemblea aperta da Roberto Bornaccioni, presidente regionale odontotecnici Confartigianato, che ha tracciato le attività regionali e per quanto riguarda la disciplina dell'autofatturazione  sostiene l'adozione del modello alla tedesca  che   permette al cliente privato di scegliere personalmente il tecnico/odontotecnico a cui commissionare e far realizzare il dispositivo ortodontico, si è incentrata sull’intervento del presidente Confartigianato Odontotecnici Gennaro Mordenti sul riordino delle professioni sanitarie, la nuova normativa, il recepimento ed i tempi di attuazione.  Sono al vaglio, della Commissione del Ministero della Salute, ha sottolineato Mordenti, gli emendamenti riguardanti il riconoscimento del profilo odontotecnico che attende di essere regolamentato ed aggiornato in termini coerenti al mutato contesto  non più in linea con quanto sancito dal regio decreto ancora in vigore.  Questo punto è costantemente seguito da Confartigianato odontotecnici.  E' necessario attuare tutte le misure di tutela per fare in modo che il lavoro dell'odontotecnico rimanga di sua competenza esclusiva, il rischio infatti è costituito dal fatto che in futuro la sua professionalità sia sostituita da multinazionali e grandi gruppi.  Le novità introdotte alla ex 93/42 riguardo i dispositivi medici su misura,  sono all'esame del direttivo nazionale.  

Per diventare competitivi ed assicurare il futuro della categoria è necessario collaborare in rete, aggregandosi in forma di sistema evoluto, ciò è utile anche per acquisire tecnologie di stampa e metterle a disposizione della comunità odontotecnica. Inoltre per Confartigianato è importante investire nella formazione e aggiornamento costante, puntando sull'alta qualità per differenziarsi dall'offerta standardizzata.  Per ampliare le opportunità di lavoro è opportuno orientarsi anche ai mercati esteri che possono essere più ricettivi, proponendosi con l'alta qualità su misura come alternativa alla massificazione dell'offerta. 

Moreno Pieroni, odontotecnico e assessore regionale, ha illustrato le iniziative della Regione Marche per gli operatori della categoria con cenni sulla esperienza politica personale e professionale nel settore odontotecnico. In particolare si è soffermato sulla deliberazione regionale  38 riguardante il piano sociosanitario  2012/2014  che consente la collaborazione funzionale tra odontotecnico e odontoiatra per l'eliminazione dei problemi masticatori con la messa in opera dei dispositivi protesici e con la presenza in studio per atti tecnici dell'odontotecnico. E' stato inoltre  chiarito che tale disposizione normativa resta in vigore e lo è attualmente fino a nuova modificazione, consentendo di fatto all'odontotecnico di "testare" previo  permesso del medico ed in sua presenza il dispositivo protesico.

I lavori coordinati da Franco Gattari, responsabile di Confartigianato Odontotecnici Marche che ha evidenziato l’importanza del comparto che conta  578 aziende artigiane e nel dettaglio provinciale la maggiore concentrazione si registra ad Ancona con 153 imprese (26,5%), segue Pesaro-Urbino con 148 (25,6%), Ascoli Piceno con 117 (20,2%), Macerata con 100 (17,3%) e Fermo con 60 (10,4%).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento