Arrivano segnalazioni per la presenza di "topi enormi", ma sono nutrie: vanno tutelati

Non attacca persone e animali, anzi tende a nascondersi, ma ovviamente come qualsiasi animale cerca di difendersi se si sente minacciato

Una nutria

Negli ultimi mesi sono state segnalate la presenza di “topi enormi” nella zona della Direttissima del Conero e in altri canali del comune di Camerano. In realtà le segnalazioni sono relative a nutrie, ossia mammiferi roditori molto simili ai castori che possono arrivare a 10 kg di peso, originari del Sud America, che poco hanno a che fare con i comuni ratti. Tali mammiferi erano quasi inesistenti nel nostro territorio, ma da qualche anno si vedono girare nei campi e soprattutto nei canali d’acqua, mangiando per lo più vegetali o cibo che trovano nella zona in cui vivono. Non è raro avvistarli durante una passeggiata a piedi o scorgerli dalla propria autovettura transitando per la Direttissima del Conero o in altre strade Comunali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non attacca persone e animali, anzi tende a nascondersi, ma ovviamente come qualsiasi animale cerca di difendersi se si sente minacciato. Per questo invitiamo tutti a non avvicinarsi troppo e a non effettuare azioni aggressive nei confronti di questo animale. Altro invito è quello di non lasciare esche avvelenate e rodenticidi perchè è vietato dalle attuali norme. Al momento non c’è una situazione allarmante sulla presenza di questo roditore, ma ovviamente nel caso si dovesse sviluppare una condizione particolarmente invasiva i cittadini possono contattare direttamente la Regione Marche o l’Ufficio Ambiente del Comune per segnalare il fenomeno. La nutria è solamente uno degli animali che sta popolando il territorio considerato che oltre ai cinghiali potrebbero essere avvistabili altri animali che sembravano non essere più presenti sul nostro territorio come gli scoiattoli, i tassi, gli istrici, le volpi, i falchi, gli aironi cinerini, i gruccioni, la stiracchiata della spatola e perfino lupi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, presentata la nuova Giunta Acquaroli: ecco tutti gli assessori con deleghe

  • Tragico investimento, travolta e uccisa da un'auto sotto gli occhi della nipotina

  • Focolaio dopo una festa, Pietralacroce col fiato sospeso: anche il parroco in quarantena

  • Concorso pilotato per favorire la fidanzata di un medico, primario nei guai

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Bambini positivi, classi intere in quarantena: il virus corre nelle scuole dei piccoli

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento