Cronaca Centro storico / Piazza Roma

Sanità: protesta degli infermieri per dire no ad una sanità dei ricchi

Oggi la protesta in piazza Roma degli infermieri marchigiani. C'è preoccupazione per i tagli alla sanità previsti per il 2013 e il NurSind si appella alla regione

Stamattina in piazza Roma hanno manifestato una trentina di infermieri per dire no ad una sanità privata dei ricchi e per difendere il servizio sanitario pubblico: “un valore aggiunto per il nostro paese, un dato certo di civiltà e di tutela dei diritti”, recitava il volantino distribuito oggi lungo corso Garibaldi.

Il problema principale denunciato dal NurSind Marche, il sindacato degli infermieri, sono i tagli lineari che la sanità starebbe subendo da parte della Spending Review e in particolare il così detto decreto Balduzzi. Le Marche, secondo gli infermieri presenti in piazza Roma oggi, sono a rischio e il pericolo riguarda non solo gli Ospedali Riuniti di Torrette ma anche le aree vaste del resto della regione. Sono previsti infatti tagli ai posti letto, tagli ai contratti degli infermieri Oss (operatore socio sanitario) e del personale addetto all’assistenza.

Il sindacato chiede al Governo regionale: decidere la definitiva riorganizzazione del sistema sanitario con nuovi ospedali di rete e relativi percorsi, adeguato organico del personale, turn-over dei dipendenti, avviamento dei concorsi per la copertura di posizioni di infermieri, coordinatori e dirigenti.  “Siamo preoccupati per i tagli che verranno fatti nel 2013. Chiediamo alla regione una riorganizzazione della sanità – ha detto Giuseppino Conti, coordinatore regionale del NurSind – Chiediamo che venga fatta una riorganizzazione sulla necessità degli utenti e non dei dirigenti”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità: protesta degli infermieri per dire no ad una sanità dei ricchi

AnconaToday è in caricamento