Vuoi aprire una nuova attività? Tornano i contributi a fondo perduto

Il punteggio maggiore a imprenditori che vivono da almeno 15 anni in provincia di Ancona, a chi assume dipendenti con disabilità e residenti a Falconara

Tornano i contributi di mille e 1.500 euro per le nuove attività che aprono sul territorio falconarese. L’amministrazione comunale di Falconara, confermando un’iniziativa già lanciata lo scorso anno, intende così incentivare l’arrivo di imprese per arricchire il tessuto economico cittadino. «Credo molto in questa iniziativa – spiega il sindaco Stefania Signorini – che dimostra la volontà concreta della nostra amministrazione di sostenere le nuove attività che scelgono Falconara».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proprio il sindaco Signorini, che nella scorsa legislatura aveva la delega al Commercio, aveva promosso l’attivazione di questa iniziativa. I contributi di 1.500 euro, come deliberato il 29 novembre scorso dalla Giunta, saranno riconosciuti a esercizi di vicinato, esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, imprese che esercitano l’attività di artigianato artistico, imprese che esercitano l'attività di servizio alla persona (acconciatori, estetisti, calzolai, sartorie, modisterie, pellicciai, studi e laboratori fotografici), attività artigianali di piccola produzione e vendita che hanno rapporto diretto con l’utenza residenziale (pasticcerie, rosticcerie, gelaterie, fornai, pasta fresca, pizzerie). Il contributo di mille euro sarà riconosciuto invece alle piccole imprese artigiane che non rientrano nelle altre categorie, come elettricisti, copisterie, rilegatorie, se i fondi saranno ancora disponibili dopo l’esaurimento della graduatoria delle categorie precedenti. Per erogare il contributo il Comune di Falconara stilerà una graduatoria (il punteggio massimo complessivo è di 20 punti) che terrà conto del numero di impiegati, della presenza di lavoratori disabili, licenziati, residenti a Falconara. In particolare per i dipendenti sarà assegnato un punteggio massimo di 15 punti: un punto per ogni dipendente, due punti per ciascun dipendente disabile o licenziato, cinque punti per ogni dipendente residente a Falconara. Agli imprenditori titolari dell’impresa che richiede il contributo saranno riconosciuti inoltre cinque punti se vivono da almeno 15 anni in provincia di Ancona. Per ottenere, le nuove attività dovranno essere aperte tra il 21 dicembre 2018 e il 31 marzo 2019. Sulla base del punteggio verrà formata la graduatoria e i contributi saranno erogati fino all’esaurimento dei fondi. Le domande vanno presentate entro il 20 aprile 2019. Tutte le informazioni e la modulistica sono disponibili sul sito istituzionale del Comune all’albo pretorio, sotto la sezione ‘Bandi di concorso’. «Ho sempre pensato che il commercio sia l'anima di una città – è il commento della vicesindaco Yasmin Al Diry, con delega al Commercio – e che il dovere di un'amministrazione comunale sia quello di agevolare i piccoli imprenditori che vogliono investire sul territorio. Proprio per tale motivo, come assessore al Commercio, ho pensato di riproporre un contributo alle nuove attività che apriranno a Falconara e questa volta verranno agevolati tutti quei commercianti che assumeranno persone diversamente abili».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento