menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Senigallia: pranzo in famiglia si trasforma in lite, interviene il 112

Un pranzo in famiglia finisce con l'arrivo di carabinieri e 118 perchè la nuora 59enne avrebbe alzato le mani contro la suocera 86enne. Due anziani coniugi sono stati invece condannati per stalking nei confronti dell'ex nuora

Un pranzo in famiglia che si trasforma in un’aggressione, e la fine di un matrimonio che porta i genitori dello sposo a perseguitare l’ex nuora in maniera così intensa da essere condannati per stalking. Sono due le vicende di cronaca maturate in ambito familiare a Senigallia e riportate sulla stampa di oggi.

La prima vicenda, riportata dal Corriere Adriatico, si è svolta ieri pomeriggio: una donna di 59 anni e suo marito sono andati a pranzo dall’anziana madre 86enne di lui, ma un diverbio si è presto trasformato in baruffa, tanto che – ad averlo testimoniato sarebbe stato proprio l’uomo – la nuova avrebbe alzato le mani contro la suocera. I vicini, sentendo le urla, hanno chiamato i carabinieri, intervenuti sul posto assieme al 118. La pensionata è stata portata all’ospedale, dove le sue condizioni a quanto pare non avrebbero destato la preoccupazione dei medici.

STALKING. Sms minacciosi, pedinamenti e chiamate anonime. Per questi e altri comportamenti, messi in atto per otto mesi a partire dal 2009 nei confronti dell’ex nuora, al momento in cui questa si separò dal loro figlio, sono stati condannati a sei mesi di carcere (pena sospesa) e al pagamento di 8mila euro di risarcimento due anziani coniugi senigalliesi. A riportare la notizia è il Messaggero. La coppia sarebbe anche arrivata a fotografare la donna e a importunare gli amici di lei.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento