Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca

Numana, via IV Novembre: da casa dello spaccio a rifugio per clandestini

L'appartamento era stato scoperto come punto di riferimento per lo spaccio, l'inquilina ora dava alloggio a due cittadini stranieri, clandestini e pluripregiudicati. Tutti denunciati

L'inquilina denunciata

Alcuni giorni fa era stata scoperta a Numana una “casa della droga”, un appartamento in via IV Novembre in cui quattro persone, due donne italiane e due uomini stranieri, gestivano una fiorente attività di confezionamento, commercio e spaccio di stupefacenti.
Questa mattina i carabinieri della Stazione di Osimo sono entrati nuovamente nell'appartamento, per controllare la situazione, per scoprire che l'inquilina, B. D., già caduta nella rete dei militari nella precedente operazione, aveva convertito l'attività trasformandola da “casa della droga” a “rifugio per clandestini”.

Infatti, assieme alla donna, in casa c'erano due stranieri, clandestini e pregiudicati, identificati dagli uomini dell'arma per M. O., nato in Tunisia nel 1975, già domiciliato in Porto Recanati presso l’hotel house, senza fissa dimora, pluripregiudicato per reati vari contro il patrimonio e contro la persona, arrestato nel 2012 insieme alla sua ospite; e M.H., nato e residente in Tunisia, classe 1981, senza fissa dimora, coniugato, nullafacente, pluripregiudicato.

Durante gli accertamente è emerso che i due cittadini stranieri erano entrambi non solo sprovvisti di documenti di identità, ma anche colpiti da decreti di espulsione ed ordini di abbandono del territorio nazionale.
I protagonisti di questa grottesca vicenda sono stati denunciati alla Procura di Ancona per rispondere dei reati contestati loro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Numana, via IV Novembre: da casa dello spaccio a rifugio per clandestini

AnconaToday è in caricamento