Misure anti-Covid a Numana, le opposizioni insorgono: «Fallimento su tutti i fronti»

I consiglieri di "Siamo Numana" all'attacco: «La gestione degli spettacoli estivi e delle spiagge libere dimostrano l'incapacità dell'Amministrazione»

Folla ad un evento a Numana di luglio

«Con l'arrivo dei turisti a Numana è fondamentale continuare a rispettare le norme volte alla prevenzione del contagio da Covid-19. Tuttavia, l'amministrazione Tombolini ancora una volta dimostra tutta la sua incapacità nel tutelare il benessere di turisti e cittadini e nel mantenere gli impegni presi». Lo sostiene il gruppo consiliare “Siamo Numana”, che in un comunicato “esprime forte contrarietà per la gestione degli spettacoli estivi e delle spiagge libere. Alla riunione del 4 maggio con il sindaco Tombolini e il vicesindaco Calducci abbiamo appoggiato tutte le misure anti-Covid proposte dall'Amministrazione per garantire la sicurezza di turisti e cittadini durante la stagione estiva - spiegano i consiglieri di opposizione -. Con massimo spirito di collaborazione, abbiamo atteso alcune settimane per consentire all’Amministrazione di attuarle e fare i correttivi necessari. La stagione è ormai ben avviata ed esprimiamo la nostra totale contrarietà alle decisioni prese ultimamente dall'Amministrazione, che di fatto non ha mantenuto gli impegni concordati a maggio». 

«Come anticipato dal sindaco Tombolini alla riunione del 4 maggio, il cartellone degli eventi estivi sarebbe stato molto ridotto, ma nei fatti si sono già svolte manifestazioni di grande richiamo che hanno creato disagi e assembramenti, come la serata di ieri sera con Neri Marcoré e in programma ce ne sono altre che potenzialmente potrebbero richiamare ancora più pubblico. Visto che le location di questi eventi hanno già evidenziato diverse criticità legate proprio alla numerosa presenza di pubblico, quest'anno sarebbe stato meglio proporre eventi più selezionati oppure organizzare diversamente la logistica in luoghi più consoni e con modalità alternative, come gli streaming su maxischermi, garantendo così una maggior fruibilità in piena sicurezza». 

Quanto all’affollamento sulle spiagge, «il Comune avrebbe assicurato la vigilanza e il distanziamento sociale delle spiagge libere attraverso l'intervento di associazioni di volontariato che avrebbero anche dovuto aggiornare in tempo reale le informazioni sull’affluenza. Purtroppo, anche su questo fronte, alla prova dei fatti, le cose non vanno come previsto - sottolineano i consiglieri di “Siamo Numana” -. La vigilanza sulle spiagge libere è carente e, in alcuni casi, praticamente assente, come segnalato più volte da cittadini, turisti e dall'opposizione. Abbiamo segnalato la questione al sindaco Tombolini a margine dello scorso consiglio comunale, ma ci ha risposto che i volontari non hanno potere di intervento. Questo già lo sapevamo, ma i volontari potrebbero almeno segnalare le irregolarità alle forze dell’ordine, altrimenti non si capisce quale possa essere il loro ruolo e la loro utilità. L’Amministrazione ha inserito nel proprio sito e in tutte le spiagge libere delle piantine per mostrare il corretto utilizzo dell’arenile. I turisti e tutti i fruitori si aspettano che queste regole siano fatte rispettare da chi le ha emanate, ma ad oggi vengono completamente disattese per la mancanza di controlli. Occorre porre rimedio al più presto. Affinché i controlli siano efficaci, occorrerebbe come minimo una presenza costante in ogni tratto di spiaggia libera da presidiare. Se fosse necessaria una variazione di bilancio per rendere effettivi questi controlli siamo disponibili a votare favorevolmente un provvedimento che vada in tal senso. Infine, segnaliamo che i Programmi Operativi (dove sarebbero specificate le attività di controllo) a detta del responsabile comunale “non sono stati messi nero su bianco”, sebbene siano stati previsti nell’Accordo tra Comune e Associazione volontaria». 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento