Corre nel centro di Rimini completamente nudo e pieno di sangue, fermato un anconetano

Alba di paura a Rimini per la presenza dell'agitato che ha fatto accorrere le Volanti della polizia di Stato e i militari dell'esercito

Momenti di paura nella mattinata del primo gennaio quando, in pieno centro storico a Rimini, è arrivata la segnalazione di un ragazzo che, completamente nudo e ricoperto di sangue, correva lungo via Gambalunga. L'allarme è scattato poco prima delle 9 e, sul posto, sono accorse le Volanti della polizia di Stato e i militari dell'esercito.

Il giovane, poi identificato come un 21enne anconetano, era in preda a una forte agitazione tanto che gli agenti, per riuscire a bloccarlo, sono stati costretti a buttarlo a terra e ad ammanettarlo. Sul posto è intervenuta anche l'ambulanza del 118 e, il giovane, è stato portato in pronto soccorso. Al momento pare fosse in preda a un mix di stupefacenti e alcolici. Sono in corso gli accertamenti, da parte degli inquirenti della polizia di Stato, per capire cosa sia successo.

AGGIORNAMENTO: ECCO COSA E' SUCCESSO

Secondo quanto emerso il ragazzo, studente universitario residente in via Gambalunga, era tornato a casa verso le 8 dopo aver trascorso la notte di capodanno utilizzando, per sua stessa ammissione, alcuni stupefacenti dei quali, però, non avrebbe specificato la natura. I residenti del palazzo lo hanno poi sentito mentre, nel suo appartamento, ha iniziato a urlare frasi sconnesse e, affacciatisi alla finestra, lo hanno visto uscire di casa dopo avere infranto alcuni vetri nell’appartamento e sulle scale del palazzo.

L'ARTICOLO DI RIMINITODAY

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento