Nuove torri faro, al Roccheggiani tornano le gare in notturna

Manto erboso invidiabile ma i segni del tempo alle strutture erano evidenti da tempo. Ora il Comune torna a investire. Rossi: «Ora Amadio e PalaBadiali»

Il mitico Roccheggiani

Il campo? Bello da fare invidia, scelto per finali e spareggi regionali. Anche per l’esordio da oltre 1000 spettatori dell’Anconitana. Peccato gli evidenti segni del tempo che, a poco a poco, ne hanno limitato la fruibilità. Ora allo stadio Roccheggiani si potranno tornare a disputare partite in notturna, fino a ieri impossibile perché i pochi fari funzionanti non riuscivano garantire la visibilità richiesta dai regolamenti della Lega Nazionale Dilettanti. Giovedì scorso, 7 dicembre, il primo collaudo superato con successo dopo un intervento di messa a norma da quasi 38mila euro. Lavori anticipati da quelli che hanno riguardato bagni e spogliatoi. Ora tocca all’impianto elettrico e alla tribuna coperta, al momento parzialmente chiusa perché inagibile. 

«Prosegue l'azione dell'Amministrazione nel rimettere a norma e in condizione di sicurezza gli impianti sportivi cittadini, impiegando in maniera oculata le risorse finanziarie disponibili – spiega l’assessore allo sport Clemente Rossi -. La nuova illuminazione era da tempo attesa dalle società sportive e dagli appassionati, da troppo tempo guasta e insufficiente. Ora possiamo ospitare in notturna gare di livello superiore, garantire allenamenti più agevoli e impiegare il maggiore stadio cittadino anche per tanti altri eventi. Ora è la volta del Campo Amadio con il rifacimento del terreno sintetico e del Palabadiali per il risanamento degli spogliatoi e il risanamento delle scale di sicurezza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento