Cronaca

La notte bianca diventa brava per alcuni giovani: 16enne in coma etilico

Hanno avuto il suo bel da fare gli operatori della Croce Rossa di Ancona che, a partire dalle prime ore della serata, sono stati impegnati in una decina di interventi di soccorso. Tutti dovuto all'abuso di alcool da parte di minorenni e adulti

Notte bianca

Notte bianca per 50mila persone, ma per alcuni è stata notte brava all’insegna dell’alcool. Hanno avuto il loro bel da fare gli operatori della Croce Rossa di Ancona che, a partire dalle prime ore della serata, sono stati impegnati in una decina di interventi di pronto soccorso. Tutti dovuti all’abuso di alcool da parte di giovani. Per fortuna i volontari Cri erano impegnati in un servizio di prevenzione, stabili con la loro ambulanza di emergenza in piazza Roma. E proprio da quelle parti si sono verificati gli episodi più impegnativi. 

L’intervento più preoccupante è stato intorno alle 00:50 quando il titolare di un bar nei pressi di piazza Roma ha composto il 118, denunciando la presenza di una ragazzina riversa sui tavolini esterni senza dare segna di vita. Immediato l’intervento degli operatori e medici Cri, che hanno subito diagnosticato un caso di coma etilico. Lei, una 16enne, è stata posta sull’ambulanza per poi essere accompagnata all'ospedale.

Al Pronto Soccorso di Torrette sarebbe dovuto andare il 26enne di origini romene che, dopo aver partecipato ad una rissa lungo corso Mazzini, è stato colpito al volto, parrebbe con un bastone o con un casco. Quel che è certo è che i medici lo hanno trovato su una panca, il volto era una maschera di sangue. Il giovane ha raccontato di essere stato picchiato dopo aver tentato un approccio con una ragazza, ma ha rifiutato il ricovero e se ne è andato. Sul posto sono comunque arrivati i Carabinieri e i vigili urbani. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La notte bianca diventa brava per alcuni giovani: 16enne in coma etilico

AnconaToday è in caricamento