Cronaca

Risse e alcool: l’altra faccia del weekend di festa

La Biancanotte di Ancona e la Sagra dell'Uva di Cupramontana sono state caratterizzate anche da interventi delle forze dell'ordine e dei sanitari del 118 per sedare risse o soccorrere ubriachi al collasso

La Biancanotte di Ancona e la Sagra dell’Uva di Cupramontana sono state caratterizzate anche da interventi delle forze dell’ordine e dei sanitari del 118 per sedare risse o soccorrere ubriachi al collasso:

ANCONA. Sono finiti in manette tre giovani – un anconetano di 21 anni, un colombiano di 22 e un ecuadoregno di 19 – che hanno assalito un 26enne anconetano “colpevole” di aver parcheggiato male la sua auto in corso Mazzini. Il fatto è avvenuto alle 3 del mattino: quando il proprietario si è avvicinato è stato aggredito dal terzetto e costretto alla fuga.
Subito dopo, non contenti, i tre giovani hanno dato addosso anche un secondo uomo, intervenuto nel frattempo perché tutta “l’azione” si era spostata proprio a ridosso della sua auto, che il proprietario voleva legittimamente recuperare per andare a casa: i teppisti gli hanno impedito di entrare nel suo mezzo, lo hanno letteralmente sbattuto contro il cofano e gli hanno strappato il telefono di mano per impedirgli di chiedere aiuto.
Fortunatamente sono giunti quasi subito gli agenti delle Volanti, avvisati dai passanti, che hanno perquisito il trio trovando addosso all’anconetano 15 grammi di marijuana, un bilancino di precisione e un coltellino (che aveva già fatto la sua comparsa balenando durante le minacce).

Botte da orbi anche in sotto la galleria Dorica – dove due giovani che stavano ballando hanno cominciato ad azzuffarsi per futili motivi – e anche in piazza Pertini e Cavour. In tutti i casi sono intervenute le forze dell’ordine – polizia e carabinieri – per calmare gli animi e impedire più gravi conseguenze.
Una notte bianca caratterizzata anche da eccessi alcolici: i sanitari del 118 hanno soccorso molte persone, fra cui – spiace dirlo – molti giovani e giovanissimi, tra i 14 e i 17 anni. Ma anche uomini fatti, come il 40enne che è collassato in piazza Roma poco dopo la mezzanotte.

CUPRAMONTANA. L’alcool è stato anche protagonista della 75esima edizione della sagra dell’uva che, oltre al grandissimo successo di pubblico che ha visto la presenza di più di 12mila persone, è stata caratterizzata anche da un intenso e impeccabile sforzo dei sanitari del 112 che hanno effettuato una decina di interventi per soccorrere altrettante persone – anche qui tutti giovani – che avevano alzato troppo il gomito.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risse e alcool: l’altra faccia del weekend di festa

AnconaToday è in caricamento