Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Leonardo e Sofia, i nomi preferiti dai marchigiani: boom anche tra cinesi e romeni

Secondo l'ultimo rapporto Istat sulla natalità nella nostra regione sono i nomi che vanno per la maggiore. E non sono solo gli italiani a sceglierli

Ci si sposa meno, in età più avanzata, si fanno meno figli ma quando la cicogna arriva la maggior parte dei fiocchi portano i nomi di Leonardo e Sofia. E' lo spaccato delle Marche fotografato dall'Istat nel suo studio su natalità e fecondità della popolazione residente. Considerando i 10.669 nati nel 2017, ben al 3,5% dei maschi (5.482 in tutto) è stato dato nome Leonardo mentre il 3,1% delle femmine (5.187) è stata battezzata come Sofia. Nomi che vanno in voga anche tra gli stranieri, molti dei quali hanno deciso di dare un nome italiano ai propri figli: Leonardo e Sofia piacciono molto ai cinesi (rispettivamente l'1% e 0,9% dei nuovi nati hanno questi nomi). Sofia è la prima scelta anche dalla comunità romena con il 2,4% delle bambine. 

Ci sono meno bambini. In un solo anno si è registrato un - 7% in meno di nascite. Tra il 2008 e il 2017 il numero dei primi figli è diminuito del 29%. In calo, nello stesso periodo, anche le prime nozze con oltre il 38% in meno, quarto dato negativo nazionale dopo Valle d’Aosta (-45,6%), Sardegna (-40,9%) e Umbria (-39,3%). In tutto, nel 2017, si sono celebrati 4.054 matrimoni, il 49% con rito civile. Per il 14,5% degli uomini e il 12,9% delle donne si è trattato di seconde (o terze e via dicendo) nozze. L'età media dei neo sposi è di 35,6 per gli uomini e 32,6 per le donne. Dieci anni fa era di 33,5 uomini e 30,3 donne. Lo studio rivela anche che le italiane figliano più tardi rispetto alle straniere:  a 32,9 anni di età media, contro i 28,7 delle straniere. L'età media dei papà è di L'età media degli uomini è 35,8. Straniere anche più prolifiche con una media di 1,88 figli a testa rispetto all'1,16 delle italiane. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Leonardo e Sofia, i nomi preferiti dai marchigiani: boom anche tra cinesi e romeni

AnconaToday è in caricamento