Cronaca

No Trivelle, le Marche ed altre 9 regioni depositano il referendum in Cassazione

Le Marche hanno presentato in Corte di Cassazione, insieme ad altre nove regioni italiane, la richiesta di sei referendum per fermare le trivelle in mare. Lacorazza: "No alle trivellazioni entro 12 miglia dalla costa"

ROMA - Ci sono state anche le Marche tra le dieci regioni italiane che, questa mattina, hanno presentato in Corte di Cassazione la richiesta di 6 referendum per bloccare le trivelle in mare.

La delegazione era guidata dai presidenti Ganau (Sardegna), Ciambetti (Veneto) e Lacorazza (Basilicata), ed era composta da un delegato per le altre Regioni (Puglia, Abruzzo, Calabria, Liguria, Campania e Molise). Proprio secondo Lacorazza: "Più che fare altre trivellazioni, il nostro Paese deve limitare i consumi energetici e arrivare alla piena efficienza energetica costruendo diversamente gli edifici e ammodernando quelli già esistenti". 

I sei quesiti chiedono l’abrogazione di un articolo dello Sblocca Italia e di cinque articoli del decreto Sviluppo. Quest'ultimi si riferiscono alle procedure per le trivellazioni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

No Trivelle, le Marche ed altre 9 regioni depositano il referendum in Cassazione

AnconaToday è in caricamento