Falconara, cittadini contro l'antenna telefonica: giovedì assemblea pubblica

Si è deciso di convocare un'assemblea pubblica per il giorno 25 alle ore 21,00 nel parcheggio antistante la Caserma dei Carabinieri

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AnconaToday

A Falconara Il 18 giugno si è incontrato, per la prima volta, allargato a tutti i cittadini interessati all'iniziativa, nell'oratorio della Parrocchia di San Giuseppe il Comitato Promotore di una sottoscrizione di raccolta firme, contro l'istallazione,in via Puglie di fronte alla caserma dei Carabinieri, di un'antenna di telefonia mobile Telecom-Vodafone. Il Comitato ha esplicitato il modus operandi che lo caratterizza: costruire intorno a questo serissimo problema per la salute di tutti i cittadini, una comunità di intenti e di fine comune: evitare la costruzione dell'antenna. Senza simboli, senza caratterizzazioni politiche di parte. La presenza anche del Comitato di Collemarino ha contribuito in maniera determinante a conoscere i passi più importanti da compiere. Il Consigliere Comunale Federici, il Presidente del Consiglio Comunale Giacanella hanno illustrato sia l'iter seguito, sia la posizione assolutamente contraria dell'Amministrazione Comunale. Fondamentale che sia accanto ai suoi cittadini. La Dirigente scolastica Maria Ambrogini, il cui plesso scolastico sorge nel punto più vicino all'area di installazione dell'antenna ha ribadito la propria contrarietà all'istallazione. La presenza nella zona oltre che di un plesso scolastico molto numeroso, di un oratorio, di aree dedicate alle attività sportive, di una zona ad alta densità abitativa conduce al rifiuto categorico della costruzione della antenna in questa zona. Si è deciso di convocare una assemblea pubblica per il giorno 25 pv alle ore 21,00 nel parcheggio pubblico antistante la Caserma dei Carabinieri per poi spostarsi nelle sale messe a disposizione della parrocchia.

Torna su
AnconaToday è in caricamento