Lunedì, 22 Luglio 2024
Cronaca

Violenta rissa tra clienti e buttafuori (abusivo), night chiuso per un mese: il titolare rischia la revoca della licenza

Notificato alla titolare di un night club di Montemarciano un provvedimento di sospensione della licenza emesso con contestuale chiusura dell'attività per 30 giorni

I poliziotti Questura di Ancona, con l'ausilio del Comando Compagnia dei Carabinieri di Senigallia, nelle scorse ore hanno notificato alla titolare di un night club di Montemarciano un provvedimento di sospensione della licenza emesso con contestuale chiusura dell'attività per 30 giorni.

La normativa dispone che il Questore possa sospendere la licenza di un locale in caso di tumulti, risse avvenute all’interno o in caso di abituale presenza di personaggi già noti alle forze dell’ordine. La proposta di sospensione è scattata in quanto all’interno del night si era consumata una violenta rissa fra un addetto alla sicurezza, privo di titoli autorizzatori per svolgere tale impiego, e tre clienti. Gli accertamenti hanno permesso di individuare tutti i soggetti coinvolti che sono risultati pregiudicati per numerosi reati contro il patrimonio e la persona. L’addetto alla sicurezza abusivo, come anche la società che lo aveva impiegato, è stato sanzionato per aver svolto mansioni senza aver conseguito l’abilitazione, con una sanzione di 1666 euro. Il night, negli anni scorsi (2020/2022), aveva subito ulteriori provvedimenti di sospensione della licenza in quanto abituale luogo di ritrovo di persone pregiudicate. In passato inoltre non è risultato in regola dal punto di vista della sicurezza. 

La titolare del locale dovrà porre in essere tutte le attenzioni possibili in quanto rischia la chiusura definitiva da parte del sindaco, che ha la facoltà di emettere la revoca della licenza nei casi in cui un esercizio pubblico diventi un pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta rissa tra clienti e buttafuori (abusivo), night chiuso per un mese: il titolare rischia la revoca della licenza
AnconaToday è in caricamento