Neonato in gravi condizioni con lesioni diffuse, ipotesi maltrattamenti: indagini in corso

Dopo aver escluso che la causa del grave quadro clinico è dovuta a fattori genetici, i medici hanno inviato come da prassi una segnalazione alla procura

E’ arrivato al Salesi la sera di martedì scorso, in condizioni già gravissime tanto da finire direttamente nel reparto di anestesia e rianimazione. Il bambino di appena due mesi, residente con la famiglia in provincia di Ascoli, è stato ricoverato a causa di diverse lesioni sul corpo, la più importante proprio nella zona cranica. Ferite che sono finite nel mirino della commissione medica e, nelle ultime ore, della procura di Ancona che dovrà stabilire se il grave quadro clinico è frutto di maltrattamenti o di un semplice incidente.

Il piccolo, secondo le prime ricostruzioni, avrebbe accusato diversi malesseri già a inizio settimana tanto da richiedere accertamenti all’ospedale di Ascoli. I medici hanno poi ritenuto opportuno trasferirlo al Salesi per una serie di analisi specifiche e una volta giunto in via Corridoni il neonato sarebbe stato colto dall’ennesima crisi proprio durante la visita pediatrica. La circostanza ha spinto i medici a sottoporre il piccolo ad esami radiologici, che hanno evidenziato una grave lesione al cranio, accompagnata da altre ferite interne. Il neonato è stato stabilizzato, anche se le sue condizioni restano molto serie.

Una volta escluso che il quadro clinico non è dovuto a fattori genetici, l’ospedale ha inviato come da prassi una segnalazione alla magistratura anconetana. Sarà ora la procura a far luce sulle cause delle lesioni.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto sulla Cameranense, Giuliano è morto: ha donato gli organi

  • Investito da un'auto dopo essere uscito dal bar, è grave un uomo di 64 anni

  • C'è l'esito dell'autopsia di Giuliano e un indagato: è il conducente del furgone

  • Frontale tra due auto, paura per una giovane automobilista e strada chiusa

  • Il titolare ubriaco serve i clienti, il questore chiude il bar: «Ritrovo di pregiudicati»

  • Addio a Attilio Sciarrillo, titolare della farmacia di via Ascoli Piceno

Torna su
AnconaToday è in caricamento