Mare: cacciamine, "Alghero" in porto ad Ancona

La presenza di cacciamine è volta a garantire i più alti livelli di sicurezza marittima di ampie zone di mare, del litorale nazionale e dei principali sorgitori destinati al traffico mercantile a beneficio della collettività

L’attività dei cacciamine Vieste ed Alghero in Alto Adriatico, si inquadra nell’ambito delle operazioni di sorveglianza e monitoraggio dei fondali marini lungo le linee marittime di comunicazione e le rotte di accesso ai principali porti del mar Adriatico, per garantirne la piena fruibilità e per scongiurare che siano presenti impedimenti alla libertà di navigazione.
Queste operazioni, denominate “Route Survey”, sono svolte dalle unità della Marina Militare, equipaggiate con sensori ed apparecchiature in grado di effettuare una completa mappatura del fondale allo scopo di individuare ed identificare visivamente, con subacquei o veicoli filoguidati dotati di telecamere, qualsiasi tipo di oggetto presente sul fondo e, se del caso, procedere all’eventuale eliminazione. Le Unità hanno concentrato il loro sforzi sui porti di Venezia ed Ancona.

Nell’ambito di tale attività, la Nave Alghero in questi giorni sta effettuando una sosta operativa nel porto della  città Dorica.  
La presenza di cacciamine è volta a garantire i più alti livelli di sicurezza marittima di ampie zone di mare, del litorale nazionale e dei principali sorgitori destinati al traffico mercantile, a beneficio della collettività ed a tutela e salvaguardia degli interessi economici e commerciali del Paese.

In occasione della sosta in porto ad Ancona, il comandante della Nave Alghero, il Tenente di Vascello Francesco Ruggiero,  è stato ricevuto dal Comandante in Capo  del Dipartimento Militare Marittimo dell’Adriatico,  l’Ammiraglio di Divisione Salvatore Ruzittu.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento