rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Cronaca Osimo

In auto con l'eroina, l'amico aggredisce i carabinieri: doppio arresto

I carabinieri di Osimo hanno fermato il 40enne e hanno trovato l'eroina nei calzini. A quel punto hanno proceduto con la perquisizione domiciliare

Nasconde eroina nei calzini. Quando i carabinieri vanno a casa sua per perquisire l'appartamento trovano all'interno un suo amico senza permesso di soggiorno. Quest'ultimo prova a scappare e poi aggredisce gli agenti: i carabinieri del Norm hanno arrestato martedì 7 dicembre due persone, un 40enne di origine marocchina e un tunisino di 22 anni. 

arresto droga-2Il 40enne, residente ad Osimo, è stato trovato in possesso di 9 grammi di eroina e di due bilancini di precisione. L’uomo è stato fermato mentre era in auto a Castelfidardo in via della Stazione alle 7 di sera. Alla guida dell’utilitaria c'era una ragazza mentre l'uomo era seduto al posto passeggero. Il suo atteggiamento nervoso ha insospettito i militari che hanno approfondito i controlli e perquisito il 40enne che teneva la droga nascosta nei calzini. I carabinieri hanno quindi proceduto la sera stessa con la perquisizione domiciliare nella sua casa di Osimo. Proprio in quest’occasione, però, l'amico, vedendo i militari arrivare, ha deciso di scappare prima tentado la fuga dal balcone e poi dalla camera da letto. Il giovane cittadino di origine tunisina di 22 anni, irregolare, vedendosi braccato si è scagliato contro i carabinieri iniziando a sferrare calci e pugni prima di essere bloccato. Quindi anche per lui è scattato l’arresto per resistenza a pubblico ufficiale ed è stato portato nel carcere di Montacuto.

Infine sempe martedì 7 dicembre i carabinieri di Osimo hanno arrestato una terza persona: si tratta di un 21enne sorvegliato speciale di pubblica sicurezza. Il ragazzo ha violato più volte a novembre l'obbligo di di dimora nel comune di Osimo. La misura di aggravamento della misura è stata emessa dalla Corte d'Appello di Ancona. 

Questa mattina in tribunale si è svolta l'udienza con rito direttissimo. Per le persone colte in flagranza di reato il giudice ha convalidato l'arresto e disposto l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In auto con l'eroina, l'amico aggredisce i carabinieri: doppio arresto

AnconaToday è in caricamento