Eccola Alessia Polita, nasce l'associazione "Lady Polita Onlus"

La speranza e la grinta nella stanza d'ospedale di Cesena dove è ancora ricoverata la pilota di moto jesina Alessia Polita. Lei che è uscita dal coma farmacologico e che adesso è decisa a combattere la gara più dura

Alessia Polita, la pilota di moto ex campionessa italiana ed europea di velocità Stk 600, è uscita dal tunnel del coma farmacologico e ha finalmente fatto tirare un sospiro di sollievo al mondo del motociclismo e a tutti i suoi fans che, nelle ultime settimane, hanno pregato per lei. Il giovane talento delle 2 ruote ha lasciato sgomento il mondo dello sporto dopo un brutto incidente avvenuto lo scorso 15 giugno durante le prove ufficiali del campionato italiano. Operata per frattura da scoppio della 12esima vertebra della spina dorsale, ha dovuto affrontare la notizia della perdita dell'uso delle gambe. Per questo è nata anche "Lady Polita Onlus", l'associazione per aiutare la pilota jesina nel durissimo percorso di riabilitazione psicologica e fisica che l'aspetta. Non solo perchè l'associaizone avrà anche finalità sociali di ampio respiro che verranno ponderate e comunicate prossimamente. Proprio sulla nuova pagina facebook dedicata alla nuova associazione Onlus, che ha raggiunto più di 16mila mi piace, ha scritto il fratello Alex Polita.

“Ciao a tutti, sono Alex il fratello di Alessia Polita. Scrivo ora che il primo passo è stato fatto, o almeno proviamo a compierlo, perché solo chi è “colpito” da una cosa così grande può capire cosa si possa provare in certi momenti. Alessia è impressionante! Forte, invincibile! Ci da lei stessa la carica, riesco ad essere più lucido anche io ogni volta che la vedo o ci scambio qualche parola. Ha una forza e una tempra che credevo fossero ben lontane da lei e molto più vicine a me. Invece ancora una volta mi smentisce. Alessia è davvero la ragazza delle imprese impossibili; magari questa è molto più dura delle ultime compiute, ma credo che in qualche modo ne verremo fuori, insieme! Abbiamo una grande fortuna, siamo una famiglia molto unita. A casa nostra si respira un’aria diversa, l’aria della passione, del sacrificio, della voglia di fare. Presto, prestissimo, vista la rapidità di ripresa del fisico di Alessia ci aspetterà il lungo cammino della fisioterapia. Non ci spaventa nemmeno questo, visto le tante, tantissime persone che ci danno conforto ogni giorno e le innumerevoli proposte di solidarietà. Dopo un comprensibile pudore abbiamo deciso, io e la mia famiglia, di accettare l’aiuto che fin dai primissimi giorni ci è stato offerto. Per contribuire è possibile farlo grazie ad una associazione: la Lady Polita Onslus, costituita ieri sera per assicurare un futuro migliore a mia sorella, che non avrà più la possibilità di farlo in totale autonomia. Di tutti i contributi sarà data puntuale informazione ad Alessia, così come i donatori saranno informati sull’andamento delle cure. Stiamo ragionando sulle azioni future da intraprendere con la Onlus per cercare di rendere un servizio socialmente utile anche agli altri. Ci stiamo pensando e vorremmo farlo insieme ad Alessia, quando sarà nel pieno delle sue forze. Io vorrei ringraziarvi uno ad uno, ma credo che un elenco telefonico non basterebbe per contenere tutti voi. Vi abbraccio tutti. Alex Polita e famiglia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ieri poi la foto pubblicata sempre su facebook che ritrae Alessia Polita sul letto dell'ospedale di Cesena dove è ancora ricoverata insieme al fratello Alex. Una testimonianza del fatto che Alessia c'è e che ha voglia di riprendere in mano la sua vita, come anche nei giorni scorsi ha voluto ribadire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento