rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Cronaca

Scarsa igiene in cucina, il fast food deve abbassare le serrande: multa al titolare

Il 37enne, titolare dell'attività, dovrà pagare una maxi multa e chiudere la sua attività fino a quando non verrà ripristinata la corretta igiene all'interno del locale

ANCONA - Scarsa igiene all'interno del locale e gravi carenze relative alle caratteristiche strutturali. I carabinieri del Comando Provinciale di Ancona, con l'ausilio del Nas, hanno chiuso un fast food di proprietà di un 37enne pakistano. I militari hanno rilevato scarsa igiene ed altre problematiche, sanzionando il titolare con una multa da 1.000 euro e chiudendo l'attività in attesa che il 37enne risolva i problemi riscontrati. 

Altri controlli sono stati poi svolti presso una pescheria del capoluogo, dove i militari hanno riscontrato la presenza di circa 170 chili di prodotti ittici , del valore complessivo di oltre 2.000 euro, privi di etichettatura o informazione relativa alla tracciabilità. Tutto il prodotto è stato sequestrato e il titolare dell'attività, un 64enne, è stato sanzionato con una multa pari ad euro 1000. A Fabriano e Sirolo sono stati sanzionati i titolari di tre supermercati: in due circostanze i carabinieri hanno riscontrato la presenza di diversi prodotti ittici immersi in acqua o parzialmente congelati e posti all'interno di cassette in plastica, in violazione alla normativa europea che disciplina le procedure di decongelamento, mentre nell'altro caso è stato rilevato il mancato rispetto delle regole di monitoraggio delle temperature dei frigoriferi, elemento che ha determinato un potenziale pericolo per la conservazione degli alimenti. I tre titolari delle attività sono stati pertanto colpiti con sanzioni del valore complessivo di circa 4.000 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scarsa igiene in cucina, il fast food deve abbassare le serrande: multa al titolare

AnconaToday è in caricamento