rotate-mobile
Cronaca

Il Museo Archeologico delle Marche si fa il lifting. Al via i lavori sullo scalone settecentesco del Vanvitelli

Il rilancio della cultura in città parte dal restyling del Museo Archeologico Nazionale delle Marche. Prima opera il restyling dello scalone. Poi l’adeguamento delle sale e l’ammodernamento delle grafiche

ANCONA - Occhi puntati sulla stagione 2023. Il Museo Archeologico Nazionale delle Marche entra in una fase di importante rinnovamento. Al via il restyling dello scalone settecentesco vanvitelliano. Il cantiere, appena avviato, riporterà l’opera dell’architetto campano all’antico splendore. Poi si procederà con l’adeguamento delle sale e l’esposizione di reperti che non venivano mostrati addirittura dal terremoto del ’72. Dunque è in atto un’intensa opera di riqualificazione del museo del capoluogo in un’ottica di sviluppo turistico della città. Nel 2022 il museo ha centrato l’obiettivo delle 10 mila presenza. Un numero soddisfacente, visti i due anni precedenti viziati dalle restrizioni imposte della pandemia, seppure ancora sotto le performance del periodo pre-covid quando i visitatori si aggiravano tra i 12 e i 15 mila all’anno. Ma con la forte spinta che il Comune di Ancona sta imprimendo al rilancio del settore cultura, gli auspici sono di rientrare presto a regime, se non di superare i traguardi raggiunti nell’era pre-pandemia. 

I lavori

Gli interventi, in capo alla Direzione regionale Musei Marche (Ministero della Cultura) svolti in sinergia con la Soprintendenza, ridaranno il meritato splendore alla scalinata settecentesca che rappresenta l’arteria vitale di palazzo Ferretti e del Museo Archeologico Nazionale delle Marche, fiore all’occhiello dei monumenti architettonici di Ancona. In primavera, nell’ambito del convegno internazionale “Luigi Vanvitelli. Il Maestro e la sua eredità” che si terrà alla Mole Vanvitelliana di Ancona, saranno presentati i risultati degli studi dedicati alle opere vanvitelliane su palazzo Ferretti, condotti in convenzione fra la Direzione regionale Musei Marche e la Scuola di Specializzazione dell’Università Federico II di Napoli. I lavori di restauro dello scalone vanvitelliano, che si protrarranno per alcuni mesi, non implicheranno però la chiusura del museo, che continuerà, invece, ad essere accessibile per i visitatori e per le scolaresche della regione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Museo Archeologico delle Marche si fa il lifting. Al via i lavori sullo scalone settecentesco del Vanvitelli

AnconaToday è in caricamento