Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Il Grande Muro sbarca anche ad Ancona: «Potrebbe essere utile»

L’ufficialità arriva dall’assessore Manarini in consiglio comunale all'interrogazione del forzista Berardinelli: «Il Comune non vuole disturbare Rfi per i soldi del lungomare»

È arrivato. Il progetto Rfi del Grande Muro a difesa dei rumori del passaggio dei treni ma a scapito della vista mare, dopo aver messo in subbuglio Falconara, è arrivato anche ad Ancona. Come nelle previsioni, la documentazione relativa all’opera, è pervenuta a Palazzo del Popolo e ora è al vaglio dell’ufficio urbanistica. Che la missiva sia agli atti è stato ufficializzato dall’assessore ai Lavori Pubblici, Paolo Manarini, che oggi in consiglio comunale ha risposto a un’interrogazione del consigliere di Forza Italia, Daniele Berardinelli. «Non si tratta di un muro ma di una barriera fonoassorbente – ha tentato di minimizzare Manarini – nel rispetto di quelle che sono le norme acustiche. La pratica è in istruttoria all’Ufficio Urbanistica. Conveniamo che non si debbano confinare i cittadini ma è anche vero che potrebbe essere utile».

Parole che non hanno affatto convinto Berardinelli, pronto a dare battaglia. «Chiamare questo Muro una barriera acustica è una presa in giro per sviare l’attenzione dei cittadini che saranno costretti a vivere in un lager - attacca - Mi dolgo che l’amministrazione non abbia aperto bocca, che nessuno sia intervenuto per dire non sarà realizzata. Sono preoccupato: ho il timore che non si voglia disturbare Rfi che paga idee malsane di questa amministrazione». Berardinelli si riferisce al progetto di lungomare nord dal porto turistico fino a Torrette con ampliamento della Flaminia. E annuncia una mozione ad hoc per impegnare la giunta a opporsi alla realizzazione dell’opera.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Grande Muro sbarca anche ad Ancona: «Potrebbe essere utile»

AnconaToday è in caricamento