Senigallia: auto “fantasma” nella Ztl, trenta automobilisti nei guai

Le multe tornavano indietro perché il proprietario risultava deceduto o residente all'estero. I vigili hanno trasmesso le targhe alle forze dell'ordine, che hanno scoperto residenti senigalliesi - fortunatamente - in ottima salute

Auto “fantasma” entravano nella Ztl senigalliese parcheggiando in sosta vietata, ma le multe tornavano indietro perché il proprietario risultava deceduto o residente all’estero. A risolvere il “mistero” ci hanno pensato i vigili urbani, che hanno trasmesso le targhe alle forze dell’ordine che le hanno individuate e hanno scoperto alla guida tutti residenti a Senigallia – fortunatamente – in ottima salute.

Le auto intestate a persone defunte (in tutto una decina) erano infatti mancati passaggi di proprietà – che la legge prescrive di fare entro i sei mesi dal decesso del precedente proprietario – in un caso addirittura risalente al 2005.
Per gli altri casi – una ventina – si trattava di auto con targa estera che appartenevano ad automobilisti che erano rientrati a Senigallia dopo un periodo trascorso fuori dall’Italia oppure che avevano acquistato (e immatricolato) direttamente l’auto in Francia, Germania o Svizzera, mancando però di convertire la targa, cosa che fa fatta entro l’anno. Solo tre delle persone rintracciate avevano lasciato scadere il tempo per il cambio della targa, ma tutti dovranno ovviamente pagare le multe che hanno preso per la sosta vietata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

Torna su
AnconaToday è in caricamento