Partecipata: passa mozione su Multiservizi ed Estra, l'opposizione insorge

Votata la mozione d'indirizzo che porterà la partecipata dorica Multiservizi in una new company con la toscana "Estra" in vista della gara per il servizio gas. La maggioranza liquida come inammissibili tutti gli emendamenti dell'opposizione

L'opposizione reagisce con durezza all'indomani della votazione della mozione d’indirizzo che porterà la partecipata dorica Multiservizi in una new company con la toscana "Estra" in vista della gara per il servizio gas. Ecco le reazioni dei principali gruppi di opposizione

QUATTRINI (M5S)."Ciò che è successo nell'ultimo Consiglio comunale è un attacco alla democrazia, avvenuto mediante ripetute violazioni della Legge, del Regolamento e dello Statuto del Comune di Ancona.
L'inaccettabile quanto incredibile parere di inammissibilità con il quale sono stati cancellati gli emendamenti ostruzionistici preparati dai colleghi del centro destra, è stato solo l'epilogo di una serie infinita di violazioni sull'atto di indirizzo di Multiservizi.
Innanzitutto, è stato violato l'art. 43 del TUEL in materia di diritti di iniziativa dei consiglieri comunali con l'annullamento degli emendamenti suddetti.
In secondo luogo, non avendo apposto sull'atto i pareri tecnici, è stato violato l'art. 49 del TUEL che rende obbligatorio il parere tecnico anche su atti di indirizzo, purchè comportino "riflessi diretti o indiretti sulla situazione economico-finanziaria o sul patrimonio dell'ente". [...]
Terzo, mancavano i pareri del Collegio dei revisori, previsti dall'art. 239 del TUEL, obbligatori su proposte di costituzione o di partecipazione ad organismi esterni (art.1 lett. b) comma 3) [...].
A scanso di equivoci il MoVimento 5 Stelle ha presentato una decina di emendamenti che sono stati tutti bocciati. "

BERARDINELLI (FORZA ITALIA-PDL). "[...] Ci sembra evidente che una società che gestirà milioni di euro di contratti porterà, nel bene o nel male, riflessi nel bilancio, in entrata o in uscita, del Comune di Ancona e di quelli del resto della Provincia. Su questo chiederemo che ad esprimersi sia chi è preposto a controllare e verificare la correttezza degli atti amministrativi del Comune. La sconvolta maggioranza che ha votato l'atto invocando la presentazione di oltre 200 emendamenti ostruzionistici non si è resa conto che i suddetti emendamenti, tesi solo ad evidenziare la nostra contrarietà alla delibera, non sono neanche stati discussi grazie ad una controversa votazione che li ha dichiarati inammissibili, ma abbiamo discusso solo emendamenti di merito. E' incredibile che mentre Comuni della nostra provincia come Jesi e come probabilmente farà Falconara, abbiamo richiesto di approfondire in aula, successivamente, conteggi e motivazioni delle scelte fatte da Multiservizi, da noi una delibera che riguarda decine di milioni di euro si debba votare quasi a scatola chiusa. [...]. Si sarebbero potute fare scelte diverse, migliori, più vantaggiose per la nostra comunità? E' quello che chiedevamo di sapere e su cui non abbiamo avuto risposta."

D'ANGELO (LA TUA ANCONA). "Riteniamo inaccettabile quanto avvenuto nel Consiglio Comunale [...] e lo consideriamo un grave attacco alla democrazia.
Noi siamo stati votati  quale  gruppi di opposizione dal 60 per cento degli Anconetani e venerdì  la  pseudo maggioranza che governa la Città , dopo aver impedito al Presidente  del nostro Gruppo Consiliare di esprimere il proprio parere , come previsto dal Regolamento Comunale ,ha perseguito il voto illegittimo di una delibera. [...] Questa   nuova società, già costituita tra Multiservizi ed Estra, tanto cara alla Sindaco Mancinelli ed alla sua giunta  [...]nasce male .
Avevamo smascherato la Giunta, fin dall'inizio  dell'assemblea, che l' argomento non riguardava  gli indirizzi di trasformazione dell'Ente , bensì ne ratificava l'accordo già peraltro siglato e pubblicizzato dall'Estra ,avevamo chiesto  l'analisi dei conti ed il parere dei Revisori dei Conti.
Vogliamo oggi sapere - data la violenza con cui sono state captate le scelte politiche -quali sono i reali interessi della Città su questa operazione . [...] Insomma vogliamo sapere cosa ci guadagna la città e quanto. Domande  legittime che non hanno trovato venerdì risposta dalla Giunta e dal Sindaco e che noi cercheremo ricorrendo anche alle Autorità  preposte  al controllo degli atti comunali ed al rispetto delle Leggi della Repubblica ."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Coronavirus avanza, chiudono le scuole superiori nelle Marche: ordinanza di Acquaroli

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Nuovo Dpcm, chiusure delle attività commerciali per evitare il lockdown

  • Coronavirus nella scuola primaria, vanno in quarantena sette classi su nove

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento