Cronaca Chiaravalle

Lodolini: "Il Governo approvi le linee strategiche per l’adattamento ai cambiamenti climatici"

Sabato 29 giugno si sivlgerà a Chiaravalle un incontro pubblico sul tema "Resilienza, Cambiamenti climatici, sviluppo urbano, economia. Quali prospettive?", in cui l'On. Lodolini illustrerà i contenuti della mozione parlamentare sui cambiamenti climatici presentata al Governo

Si svolgerà sabato 29 giugno alle ore 9:30, presso il Centro Culturale l'Isola di Chiaravalle, un incontro pubblico sul tema Resilienza, Cambiamenti climatici, sviluppo urbano, economia. Quali prospettive?
Interverranno  l'On. Emanuele Lodolini (Componente Commissione Finanze Camera), Pietro Marcolini (Assessore Regionale al Bilancio) e Marco Cardinaletti (esperto di Politiche comunitarie e sviluppo sostenibile). Interverranno Amministratori locali, rappresentanti delle forze sociali e delle categorie economiche.
 
L'On. Lodolini illustrerà i contenuti della mozione parlamentare, di cui è primo firmatario, con cui chiede al Governo di riportare al centro della propria agenda il tema della resilienza e dei cambiamenti climatici. Rappresentano, infatti, due delle maggiori sfide che l'umanità dovrà affrontare nei prossimi anni.

Oggi, grazie al lavoro dell'Istat e del Cnel, si parla finalmente di nuovi indicatori del benessere, ovvero del BES (benessere equo e sostenibile). Tema che si inquadra nel dibattito internazionale sul cosiddetto “superamento del Pil”, stimolato dalla convinzione che i parametri sui quali valutare il progresso di una società non debbano essere solo di carattere economico, ma anche sociale e ambientale, corredati da misure di diseguaglianza esostenibilità.

"Riteniamo utile e urgente – prosegue il deputato anconetano del Pd – approvare in tempi brevi le Linee Strategiche per l’adattamento ai cambiamenti climatici, presentate lo scorso dicembre 2012 al Cipe al fine di adottare, quanto prima, una Strategia nazionale. Chiediamo dunque al Governo di impegnarsi sul tema della ‘resilienza’ e di individuare gli ambiti d’intervento prioritari e le procedure più idonee perintercettare le molteplici e rilevanti fonti di finanziamento europee, in modo da sostenere – concludono gli esponenti democratici - le Regioni nella piena attuazione delle indirizzi definiti dalla Commissione Europea per l'allocazione dei fondi strutturali 2014 – 2021”.

Il tutto in vista di un'iniziativa che la Commissione europea sta avviando denominata Patto dei Sindaci per l'Adattamento, promuovendo, su base volontaria, l’impegno di adottare strategie di adattamento climatico da parte dei Sindaci. I Governi locali, infatti, svolgono un ruolo decisivo nella riduzione dei rischi derivanti dal cambiamento climatico, soprattutto se si considera che in Italia i Comuni interessati da frane sono 5708, pari al 70,5% del totale: 2940 sono stati classificati con livello di attenzione molto elevato.

“Inoltre le azioni di adattamento, prosegue Lodolini, apriranno nuove opportunità sui mercati e creeranno nuovi posti di lavoro in settori quali quelli delle tecnologie agricole, della gestione degli ecosistemi,dell'edificio di qualità, della gestione delle acque e nel settore in particolare dell'ICT. Le imprese italiane, incluse le Pmi di cui è ricco il nostro territorio, hanno l'occasione di fare da apripista nello sviluppo di prodotti e servizi funzionali ad aumentare la resilienza al cambiamento climatico dei territori, delle città e delle comunità, consentendo al contempo di cogliere opportunità commerciali in tutto il mondo”.

Il concetto di Resilienza è tema strategico. Viene utilizzato da tempo dagli urbanisti e dagli economisti per identificare la capacità, sempre più necessaria, dei sistemi urbani moderni di innescare processi di trasformazione, adattandosi agli effetti locali del cambiamento climatico ma anchesocio-economico, in riferimento alla necessità di rinnovare i modelli economici e produttivi per uscire dalla crisi.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lodolini: "Il Governo approvi le linee strategiche per l’adattamento ai cambiamenti climatici"

AnconaToday è in caricamento