menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Torrette: è morto l’uomo che si era bruciato in via Birarelli

Dopo 12 lunghi giorni di agonia si è spento all'ospedale regionale Luciano Tittarelli: aveva ustioni sul 90% e il bacino fratturato in seguito alla caduta dal muro del Parco del Cardeto

Dopo 12 lunghi giorni di agonia si è spento Luciano Tittarelli, il 59enne originario di Monte San Vito ma residente ad Ancona che il 21 novembre si era dato fuoco in via Birarelli, precipitando dalle mura del Parco del Cardeto.
L’uomo è spirato ieri all’ospedale regionale di Torrette: oltre ad essere ustionato sul 90% del corpo aveva il bacino fratturato in seguito alla caduta.

Tittarelli, attorno alle 14 di quel maledetto 21 novembre, si era issato in piedi sulla cima dell'antico muro, si era versato addosso più di un litro di benzina, volando giù dalla parete avvolto dalle fiamme.
Sul posto erano intervenuti subito 118 e forze di polizia, e l’uomo portato d'urgenza all'ospedale di Torrette.

Venne in seguito ricostruita la vicenda: Tittarelli aveva già minacciato di uccidersi due giorni prima, ritornando sui suoi passi dopo una seduta psichiatrica al nosocomio regionale, ma evidentemente il disagio non si era sopito.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Gf Vip, Andrea Zenga eliminato dalla casa: «Mi hanno massacrato»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento