Cronaca

Traghetto alla deriva: un morto e due feriti

Le operazioni di soccorso, coordinate dall'Italia, stanno procedendo, ma sono rese difficili dalle cattive condizioni meteo

E’ di un morto e due feriti – tra cui un militare – il bilancio del dramma che ha investito il traghetto Norman Atlantic, partito da Igoumenitsa e diretto ad Ancona, andato in fiamme nelle prime ore del mattino di domenica. La vittima, confermata ai microfono di SkyTg24  dall’Ammiraglio Pettorino, della Capitaneria di Porto di Ancona, sarebbe un passeggero deceduto durante le operazioni di soccorso. Sono invece 290 i passeggeri portati in salvo, cifre in continuo aggiornamento da parte della Marina.

Il ministero della Marina Mercantile greca, ha comunicato la lista dei 422 passeggeri a bordo della Norman Atlantic. Gli italiani sono 22, poi 234 greci, 1 rumeno, 2 russi, 6 austriaci, 2 ungheresi 10 svizzeri, 1 croato 8 georgiani, 5 siriani, 1 svedese, 1 canadese, 2 ucraini, 1 egiziano, 18 tedeschi 54 turchi, 2 afgani, 22 albanesi 1 maltese, 7 bulgari, 3 cittadini del Fyrom, 2 inglesi, 3 olandesi, 3 belgi, 9 francesi, 2 iracheni. Sono 56 i membri dell'equipaggio, di varie nazionalità, di cui 22 italiani.

Il capitano della nave ha fatto sapere che il traghetto è ingovernabile, "sta scarrocciando" ed è finito in acque albanesi. Non rischia di affondare, ma le operazioni di salvataggio sono molto complicate e andranno avanti per tutta la notte.

Fin da subito molte navi mercantili che si trovavano nel basso Adriatico sono state subito dirottate nella zona e si sono schierate intorno alla Normal Atlantic per provare, con la loro "stazza", a limitare le onde. Dall'Italia sono partite motovedette della Guardia Costiera ed elicotteri della Marina e dell'Aeronautica: da Brindisi si sono mossi due rimorchiatori con a bordo squadre dei vigili del fuoco. In mare anche la nave San Giorgio della Marina Militare.

Alla tv greca Mega, uno dei passeggeri tratti in salvo ha raccontato: "Le nostre scarpe avevano iniziato a fondersi mentre eravamo nella zona della reception". Un altro, in diretta al telefono, ha detto: "Stiamo bruciando e affondando e nessuno è in grado di salvarci. Aiutateci, non lasciateci soli".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traghetto alla deriva: un morto e due feriti

AnconaToday è in caricamento