menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Riccardo Cellerino

Riccardo Cellerino

Fu direttore della clinica oncologica di Ancona, è morto Riccardo Cellerino

«Il professor Cellerino è stato uno dei più grandi maestri dell'oncologia italiana» ha affermato Rossana Berardi, sua allieva che oggi dirige la Scuola di specializzazione in Oncologia dell'Università Politecnica

Verrà ricordato come uno dei maestri dell’oncologia italiana. E’ morto il professore Riccardo Cellerino, arrivato ad Ancona nel Novembre 1979 come Direttore della Clinica di Oncologia Medica e fondatore del Centro di Riferimento Regionale di Genetica Oncologica e del Collegio Oncologi Medici Universitari Italiano. “E’ una perdita enorme. Il professor Cellerino è stato uno dei più grandi maestri dell’oncologia italiana – afferma la Prof.ssa Rossana Berardi, sua allieva che oggi dirige  la Clinica di Oncologia Medica e la Scuola di Specializzazione in Oncologia dell’Università Politecnica delle Marche - E’ stato un maestro dalla grande umanità e dalla grandissima professionalità che ha saputo crescere un gruppo giovane dando fiducia ai suoi allievi. Pur essendo un professore vecchio stampo, era moderno e lungimirante e aveva la forte volontà di far crescere i giovani. Nel 1994 iniziai con lui la mia tesi di laurea in oncologia, 22 anni fa quindi mi prese per mano e mi portò a dirigere, oggi, la scuola di specializzazione. Ancora oggi, a distanza di anni, i suoi allievi ripensano ai suoi insegnamenti, che ci hanno fatto crescere con un metodo, lo stesso che usiamo ogni giorno ancora oggi». 

L’Università Politecnica delle Marche si unisce al cordoglio per la scomparsa del Prof. Riccardo Cellerino. Chi ha lavorato con lui ha acquisito la capacità di relazionarsi con gli altri colleghi al di là dei confini geografici. Cellerino volle fortemente quel Collegio Oncologi Medici Universitari Italiano perché credeva nell’importanza della rete e del confronto tra i poli delle varie scuole di specializzazione, per uniformare la formazione e avere aggiornamenti comuni e continui in Italia. Tanto che Cellerino ha diretto fino agli ultimi anni della sua attività quell’unico centro della regione ad occuparsi di genetica oncologica e uno dei più qualificati del centro Italia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento