Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca

Perde la vita al porto di Livorno, la solidarietà dei colleghi anconetani

Sirene all'unisono in porto. I sindacati: «Chiediamo al commissario dell’Autorità di sistema di convocare i sindacati per far partire l’Osservatorio sulla sicurezza al porto».                                               

Sirene in porto questa mattina alle 12 in solidarietà all’ennesimo morto sul lavoro negli scali italiani: ieri, un lavoratore marittimo del porto di Livorno, è stato colpito da una fune mentre svolgeva il proprio lavoro ed è morto. Il presidio di oggi è promosso da Filt Cgil, Fit Cisl e Uil trasporti. Un infortunio, tra l’altro, quello di Livorno molto simile a quello avvenuto al porto di Ancona tre anni fa quando allo scalo dorico una cima, in fase di ormeggio, colpì un giovane agente marittimo, uccidendolo, Luca Rizzeri.

«Ancora una volta, ribadiamo la necessità di incrementare gli organici dei Dipartimenti di salute e sicurezza delle Asl –  dichiarano Filt Cgil, Fit Cisl e Uil trasporti Marche -.  Inoltre, chiediamo al commissario dell’Autorità di sistema di convocare i sindacati per far partire l’Osservatorio sulla sicurezza al porto». 
                                              

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perde la vita al porto di Livorno, la solidarietà dei colleghi anconetani

AnconaToday è in caricamento