Storico ed apprezzato orefice, sommelier e grande sportivo: è morto Giuseppe Bini

Dopo aver lasciato la sua attività, Bini aveva coltivato l'altra sua grande passione, quella dei vini, diventando sommelier. Una notizia che ha sconvolto l'intera comunità

Stefano Bini con il padre Giuseppe Bini

JESI - Si è spento a 76 anni Giuseppe Bini, storico orefice e grande appassionato di vini e sport. L'uomo stava combattendo contro una malattia che putroppo non gli ha lasciato scampo. Conosciuto ed apprezzato da tutta la città, il commerciante aveva gestito per anni la "Gioielleria Bini" di via Pergolesi, attività di famiglia che era stata poi lasciata a suo figlio Stefano.

Dopo aver lasciato la sua attività, Bini aveva coltivato l'altra sua grande passione, quella dei vini, diventando sommelier. Negli anni era stato anche accompagnatore e sponsor della società calcistica Largo Europa. L'uomo è spirato giovedì 7 giugno a Chiaravalle, dove stava combattendo contro una malattia breve ma terribile. In tanti, già da ieri sera, hanno voluto dare l'ultimo omaggio salutandolo alla casa del commiato di Anibaldi e Pandolfi a Moie. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento