Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca Jesi

Travolto da un mezzo meccanico in stazione, muore un operaio di 56 anni

La vittima è un 56enne, dipendente di una ditta di costruzioni campana. Al momento della tragedia stava lavorando in stazione quando un sollevatore lo ha colpito ed ucciso

Il cantiere dove è avvenuta la tragedia

JESI - Stava lavorando sull'installazione di un ascensore quando un mezzo meccanico lo ha travolto uccidendolo sul colpo. Tragedia questa mattina, intorno le 8.30, all'interno della stazione di Jesi. A perdere la vita un 56enne campano, precisamente di Afragola, dipendente di una ditta di costruzioni di Casoria (Napoli) impegnata nella riqualificazione dello scalo ferroviario jesino.  

IL NOME DELLA VITTIMA

L'uomo si trovava alla stazione per alcuni lavori riguardanti l'abbattimento delle barriere architettoniche. Un caricatore del peso di circa 70 tonnellate, condotto da un altro operaio, lo ha travolto uccidendolo sul colpo. Secondo una prima ricostruzione l'uomo non avrebbe sentito il sollevatore muoversi finendo tragicamente sotto il mezzo. Un'altra ipotesi al vaglio degli investigatori è che l'operaio sia stato colpito da un malore poco prima di finire sotto il peso del sollevatore. Sul posto i carabinieri, la polizia e gli operatori del 118 che non hanno potuto far altro che costatarne il decesso. L'intero cantiere è stato sottoposto a sequestro, in attesa di accertare la dinamica dell'incidente. L'uomo lascia la famiglia con due figli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Travolto da un mezzo meccanico in stazione, muore un operaio di 56 anni

AnconaToday è in caricamento