Lunedì, 2 Agosto 2021
Cronaca

Addio Nikita, il guerriero del rugby morto a soli 16 anni: un intero paese sotto choc

Il giovane è stato ritrovato senza vita all'interno del suo appartamento di Castelbellino. A fare la tragica scoperta è stata la mamma

Nikita Panfoli

Uno squarcio nella notte, le grida di una madre disperata ed un giovane angelo volato in cielo troppo presto. E' morto questa mattina Nikita Panfoli, 16enne residente a Castelbellino Stazione, trovato senza vita nel letto del suo appartamento. Una tragedia difficile da comprendere ed accettare, che ha scosso un intero paese, ora sotto choc.

Il corpo di Nikita è stato ritrovato da sua mamma, entrata nella stanza per verificare se il figlio si fosse svegliato. Era stato proprio lui la sera precedente a programmare la sveglia per le 5.30 del mattino. La donna ha subito capito che qualcosa non andava ed ha provato a svegliare Nikita, inutilmente. Sul posto a sirene spiegate sono subito intervenuti gli operatori della Croce Verde di Cupramontana ed il 118 con il medico che ha tentato per oltre un'ora di rianimarlo. Il grande cuore di Nikita purtroppo non è più ripartito. Il 16enne, studente all'Istituto Mannucci di Jesi, per anni aveva militato nelle fila del Jesi Rugby Club, fino allo scorso novembre quando era stato costretto ad un'operazione chirurgica dopo un brutto incidente mentre era in sella al suo scooter. Nell'impatto aveva subito una frattura ad una gamba che lo aveva costretto ad una lenta convalescenza. Nelle prossime ore verrà effettuato l'esame autoptico che dovrà chiarire le cause della sua morte. In tanti questa mattina lo hanno voluto ricordare scrivendo un messaggio di cordoglio sul profilo Facebook di papà Roberto, titolare a Jesi di un negozio di fumetti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio Nikita, il guerriero del rugby morto a soli 16 anni: un intero paese sotto choc

AnconaToday è in caricamento