Artigianato in lutto, è morto il mastro cartaio Vincenzo Bucciarelli

Fino a metà degli anni '90 sono stati circa 300 mila gli studenti e non solo che lo hanno visto nella sala della "gualchiera medioevale", che presto sarà intitolata Bucciarelli

Vincenzo Bucciarelli

Artigianato in lutto. Fabriano piange Vincenzo Bucciarelli, storico mastro cartaio delle Cartiere Milani, scomparso oggi all’età di 86 anni. Ben 38 Ne aveva passati a fabbricare carta. Dopo la pensione, nell’aprile del 1985, Bucciarelli decise di mettere la propria esperienza a disposizione della cultura. Fu lui a portare nel Museo della Carta e della Filigrana la produzione della carta a mano. Fino a metà degli anni ’90 sono stati circa 300mila gli studenti e non solo che lo hanno visto nella sala della “gualchiera medioevale”, che presto sarà intitolata Bucciarelli, mentre trasformava le materie prime nei fogli che hanno reso Fabriano famosa nel mondo. Bucciarelli aveva iniziato l’attività di cartaio ad appena sedici anni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Era il 1947 quando entrò in quel mondo che lo avrebbe accompagnato per tutta la vita. Alle Milani ha prestato servizio nel reparto tini, guadagnandosi nel tempo l’apprezzamento di colleghi e non solo. Nell’aprile del 1985 arrivò la meritata pensione. Il primo giorno del mese Bucciarelli terminò il servizio nella storica cartiera e il giorno successivo iniziò quello di dimostratore al museo. Materializzava fogli di carta filigranata con la stessa tecnica usata nel 1.300. Passione e maestria che trasferì poi a Luigi, Roberto e Bruno, i collaboratori che ancora oggi portano avanti quelle stesse dimostrazioni.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ricercato in Italia, faceva la bella vita a Santo Domingo: preso latitante marchigiano

  • La polizia gli chiede i documenti e lui si rifiuta: «Non siete legittimati a farlo»

  • Alba di fuoco a Portonovo, ogni ipotesi aperta. Bonetti: «Una tragedia ma ripartiremo»

  • Piazza del Papa come un ring, volano anche bottiglie di vetro: tre giovani in ospedale

  • I sentieri del Conero, 7 itinerari per veri duri (o quasi): la classifica completa

  • Picchia la moglie incinta e le rompe il naso, lei agli agenti: «Non è la prima volta»

Torna su
AnconaToday è in caricamento