Jesi: lutto nel giornalismo, è morto Luca Animobono

E' morto nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Rimini il giornalista del Corriere Adriatico Luca Animobono. Era stato colpito sabato da emorragia cerebrale durante una breve vacanza con gli amici

Il giovane cronista si è spento all'ospedale di Rimini

E' morto lunedì nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Rimini, dove era ricoverato da domenica, il giornalista del Corriere Adriatico Luca Animobono. Aveva 43 anni, ed era nato ad Albacina di Fabriano. Viveva a Jesi, dove lavorava come giornalista professionista nella redazione locale del quotidiano. Domenica era stato colpito da emorragia cerebrale durante una breve vacanza in Romagna con gli amici. Le sue condizioni erano apparse subito gravissime: lunedì il decesso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Animobono aveva iniziato come cronista a Fabriano 20 anni fa. Professionista dal 2001, era molto apprezzato per le sue doti umane e professionali. Sgomenta la piccola comunità di Albacina, che si è stretta attorno alla famiglia. I funerali si terranno proprio nella sua Albacina, mercoledì 25 aprile. I suoi organi saranno donati, come aveva lasciato disposto lui stesso alcuni anni or sono, in un ultimo gesto di straordinaria umanità.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Asteroide in arrivo, lo vedremo dal balcone: «Il vero spettacolo però sarà la cometa»

  • Coronavirus, facciamo chiarezza: quali sono i sintomi e come si trasmette

  • Orrore davanti al mercato: uomo trovato morto in strada dopo un tragico volo

  • Rompono le recinzioni per andare al mare, la passeggiata costa cara: 400 euro a testa

  • Dati sempre più allarmanti, Marche tra le regioni con più morti e positivi al Coronavirus

  • «Vado a prestare i soldi ad un amico», i vigili gli fanno il terzo grado e lui si contraddice

Torna su
AnconaToday è in caricamento