Sparò al suv in fuga uccidendo un 23enne, carabiniere verso il processo

Chiesto il rinvio a giudizio per l'appuntato di Ostra Vetere protagonista della sparatoria finita con la morte di un 23enne a bordo del mezzo che stava per investirlo con il suo collega

Indagini chiuse. E rinvio a giudizio per uno dei due carabinieri che spararono con le pistole d'ordinanza contro un suv che li stava per investire causando la morte di un 23enne albanese che si trovava a bordo del mezzo. È quanto chiesto dal pm Mariangela Farneti nei giorni scorsi. Se il militare dell'Arma finirà o meno a processo per il reato di omicidio colposo, lo deciderà il gup Paola Moscaroli in sede di udienza preliminare, fissata per il prossimo 28 settembre al Tribunale di Ancona. I fatti risalgono alla notte dello scorso primo febbraio. La coppia di uomini in uniforme stavano effettuando un pattugliamento in contrada Lanternone, a Ostra Vetere. Nel periodo precedente la zona era stata oggetto di numerosi furti in abitazione. La perlustrazione è andata avanti finché i carabinieri non si sono imbattuti in un suv bianco parcheggiato a bordo strada.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo la versione dei militari, a bordo c'erano tre persone che, messo in moto il mezzo non avrebbero esitato a investire i due scesi dalla loro gazzella per scappare. I carabinieri sono riusciti a farsi di lato hanno esploso contro diversi colpi di pistola. Quattro, come stabilito dagli inquirenti, li ha sparati l'appuntato sotto accusa. Uno il collega la cui posizione è stata archiviata. Il mezzo è stato trovato poco più avanti. I due uomini seduti nei sedili anteriori si erano volatilizzati. Il 23enne albanese era rimasto ferito in auto. Vivo ma agonizzante, è morto quattro giorni dopo all'ospedale di Torrette. I carabinieri si sono sempre difesi sostenendo di aver sparato per legittima difesa. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in mare, malore mentre si trova in acqua: muore un 69enne

  • Addio Tiziana, sconfitta da un male spietato: una vita dedicata al suo ristorante

  • Cadono calcinacci dalla galleria, torna regolare la viabilità sulla Statale 16

  • Ladri scatenati, scappano con oro e Rolex: i residenti scendono in strada armati

  • Dramma al cantiere, la gru si ribalta: muore operaio 59enne

  • Crolla una parte del controsoffitto dopo il temporale, la palestra chiude

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento