menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Giuseppe Orciani (foto Facebook)

Giuseppe Orciani (foto Facebook)

Fu sindaco della città per 19 anni, Senigallia piange la morte di Giuseppe Orciani

L'uomo, primo cittadino di Senigallia dal 1964 al 1983, è deceduto a 97 anni. Tutta la comunità è in lutto per la scomparsa di Giuseppe Orciani

SENIGALLIA - E' morto all'età di 97 anni Giuseppe Orciani, ex senatore e sindaco per ben 19 anni della città. Una vita dedicata alla politica quella di Orciani, che dal 1964 al 1983 aveva ricoperto il ruolo di primo cittadino.

«Con grande dolore ho appreso la notizia della scomparsa di Giuseppe Orciari, a cui mi legava non solo un grande rapporto istituzionale, ma anche un profondo sentimento di amicizia e confidenza, che a lungo ha rappresentato per me una guida nella mia attività politica e amministrativa, tanto da riconoscerlo sempre “il Sindaco”». Queste le parole dell'ex sindaco di Senigallia Maurizio Mangialardi, che su Facebook ha voluto ricordare così Giuseppe Orciani. «Oggi non solo Senigallia, ma anche le Marche e l’intero Paese, perdono un uomo che ha attraversato il Novecento, dedicando la sua vita alla Politica, quella con la P maiuscola, fatta di passione civile, amore per la libertà e la democrazia, volontà di risolvere i piccoli grandi problemi quotidiani delle persone per edificare una società più giusta ed equa. L’intelligenza, il coraggio, la dedizione, qualità sempre messe al servizio della crescita e dello sviluppo di Senigallia fin dalla sua prima elezione in consiglio comunale, nel 1946, e in particolare durante i 19 anni vissuti da sindaco, portarono Orciari a rappresentare negli anni ottanta i nostri territori in Parlamento, prima al Senato nel 1983 e poi alla Camera dei deputati nel 1987, diventando una delle più prestigiose e riconosciute figure del socialismo italiano. Credo che oggi, in questo giorno così triste, il ricordo di Peppino possa diventare un momento di unione e unanime cordoglio per tutti i marchigiani. A Senigallia, invece, il compito imprescindibile di preservare la memoria del suo impegno, affinché il suo luminoso esempio possa continuare a essere un punto di riferimento per la classe politica cittadina. Ai figli Paola e Marco le mie più sentite condoglianze».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Gf Vip, Andrea Zenga eliminato dalla casa: «Mi hanno massacrato»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento