Domenica, 13 Giugno 2021
Cronaca Montirozzo / Via Carlo Crivelli

Delitto di via Crivelli, non ce l'ha fatta il papà: è morto Fabio Giacconi

Nulla da fare per Fabio Giacconi, il 49enne ferito gravemente dall'arma del 18enne fidanzatino della figlia. L'uomo, le cui condizioni erano gravissime fin da subito, ha lottato per giorni

Fabio Giacconi

Non ce l'ha fatta Fabio Giacconi, 49 anni, ferito da vari colpi di arma da fuoco esplosi dalla mano del reoconfesso Antonio Tagliata, 18 anni, fidanzato della figlia minorenne. L'uomo, che si trovava ricoverato nel reparto di Rianimazione di Torrette in condizioni gravissime, è spirato questa mattina. Le sue condizioni cliniche sono sempre state precarie ma stabili. Stamattina però è arrivata l'ufficialità del decesso.

Sale dunque a due il numero delle vittime del delitto di via Crivelli. La morte di Giacconi segue quella della moglie Roberta Pierini, uccisa sul colpo in quello che secondo le versioni dei due accusati, Tagliata e la figlia della coppia, doveva essere "un chiarimento". Va da sé che l'accusa per i giovani si aggrava in duplice omicidio. Giacconi era un sottufficiale dell'Aeronautica Militare in servizio a Loreto. In passato aveva lavorato negli aeroporti di Cervia e Rimini. Era stato collaudatore degli F-104, i caccia militari in dotazione all'Italia e in servizio fino agli inizi degli anni 2000. Dopo anni di missioni all'estero e con l'avvento degli F-16 aveva preferito avvicinarsi a casa fino a raggiungere, qualche anno fa, la base di Loreto. Negli ultimi anni si occupava dello stabilimento balneare dell'Arma sul lungomare Scossicci di Porto Recanati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delitto di via Crivelli, non ce l'ha fatta il papà: è morto Fabio Giacconi

AnconaToday è in caricamento